homepage
 
 
 
 

 

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 24-25 SETTEMBRE 2011

logoLa Soprintendenza  Speciale per i Beni Archeologici partecipa a questa grande festa europea. Oltre all'apertura  gratuita di tutti i musei e le aree archeologiche di  competenza, sono previste numerose iniziative culturali.
Data e ora: 
Sabato, 24 Settembre, 2011 - 09:00 - Domenica, 25 Settembre, 2011 - 09:00
Allegato Dimensione
calendario eventi 130.46 KB
Calendar  

Visita guidata al Palazzo reale di Napoli

Napoli, il 24 Settembre 2011 - Progettato da Domenico Fontana per il Viceré Conte di Lemos, il Palazzo Reale costituisce oggi un cardine fra il centro storico nella sua attuale configurazione e gli ampliamenti urbani successivi. Questa collocazione rende l’imponente edificio sede ideale di attività culturali .
Per la prima volta si realizzeranno visite guidate che percorreranno tutta l’immensa mole del Palazzo, permettendo di vedere in sequenza l’appartamento storico, normalmente visitabile con le sue collezioni di eccellenza,ma anche i saloni della Biblioteca nazionale recentemente restaurati, le terrazze e i giardini. Si avrà così, dopo decenni, la possibilità di percepire la vastità e la sontuosa ricchezza della residenza regale . Straordinariamente in occasione delle Giornate europee la gratuità sarà estesa anche al Teatro di San Carlo creato da Vanvitelli per i Borbone che così , nello stesso complesso, potevano godere di due teatri: il teatrino di corte per le manifestazioni minori e il San Carlo per le grandi opere destinate ad un pubblico più numeroso.
Evento promosso da: Direzione Regionale per i Beni e le Attività culturali della Campania; Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III; Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e provincia (con esclusione della città di Napoli per le competenze in materia di beni storici, artistici ed etnoantropologici)

Un viaggio nella trama contemporanea: dialoghi tra Ulisse e Penelope

Galliera Veneta, il 24 Settembre 2011 - Performance di Federica Tavian Ferrigni, collegamento in Wi. Fi. con viaggiatori lontani L’artista invita il pubblico a portare il proprio pc portatile. nel parco sarà possibile collegarsi wi fi gratuitamente per parlare in videochiamata con persone lontane di altri paesi del mondo. Ulisse e Penelope in questo modo dialogheranno creando un trama attraverso la rete internet.

MOSTRA Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità. (17 settembre 2011-22 gennaio 2012)

Firenze, il 24 Settembre 2011 - Capolavori di Botticelli, Filippo Lippi, Beato Angelico, Pollaiolo, Verrocchio – l’èlite del Rinascimento  racconta la storia dell’invenzione del sistema bancario moderno e del progresso economico cui ha dato origine, ricostruendo la vita e l’economia europea del Medioevo al Rinascimento, collegando l’intrecciarsi di vicende economiche e d’arte agli sconvolgimenti mutamenti religiosi e politici dell’epoca.
Palazzo Strozzi, capolavoro rinascimentale, è oggi riorganizzato come piattaforma culturale. Ospita al pian terreno un piccolo museo sulla sua storia mentre gli ambienti sotto il cortile il CCCS con eventi di arte contemporanea.
Visite guidate gratuite (ingresso a pagamento, max 25 persone, prenotazione obbligatoria) alla mostra "Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità" .

Promosso da Fondazione Palazzo Strozzi

Facciam tutti una sola famiglia..." Documenti, libri, stampe e cimeli dalla collezione Museo del Risorgimento di Cagliari

Cagliari, il 24 Settembre 2011 - Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia, l’Archivio di Stato di Cagliari ha organizzato una mostra in cui espone una rilevante raccolta di preziosi materiali, formatasi nel tempo in seguito a donazioni di privati. Attraverso documenti, stampe, libri e cimeli, viene ricostruito il cammino compiuto dai sardi nel lungo e difficile processo unitario. Il percorso espositivo va dai primi moti degli anni ‘30 alla partecipazione dei sardi alle guerre d’Indipendenza sino all’unificazione politica e amministrativa del Regno d’Italia. L’ultima parte della mostra è dedicata alla Prima Guerra Mondiale ed in particolare al generale Carlo Sanna, comandante della Brigata Sassari.

 

Le collezioni del Museo Mangini Bononi

Milano, il 24 Settembre 2011 - Un museo allestito nella dimora di Emilio Carlo Mangini milanese e collezionista di testimonianze della vita quotidiana dell’uomo (la vita privata, il lavoro, il divertimento) dai tempi più antichi al passato recente, la cui sede, elegante e discreta, si nasconde nel cuore della Milano storica. La raccolta, che si articola in quaranta sezioni, è davvero eterogenea ed include oggetti di ogni tipo ed utilizzo, quelli curiosi e insoliti (bauletti, carte da gioco, armi antiche, bacili da barba ecc.).
Promosso da Fondazione Emilio Carlo Mangini

Il Primo ed il Secondo Maestro di Santa Maria di Castello: botteghe ed influssi nella pittura friulana del Duecento

Udine, il 24 Settembre 2011 - In occasione dell' edizione 2011 delle Giornate Europee del Patrimonio viene aperta straordinariamente. Santa Maria di Castello, la più antica chiesa della città di Udine. Sarà possibile visitare il sito seguendo una visita guidata gratuita, con la presentazione al pubblico dell’attività dei due Maestri duecenteschi che operarono all’interno della decorazione pittorica della Pieve di Santa Maria di Castello ed anche sul territorio udinese, dove è stata accertata la presenza delle loro botteghe. Saranno confrontati inoltre gli influssi e i rapporti intercorsi con la pittura duecentesca del Patriarcato d’Aquileia, nell’ambito di un itinerario nelle preziose e rare testimonianze rimaste in Regione. Le visite guidate, a cura del Museo del Duomo di Udine in collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria Annunziata di Udine e l’Associazione ‘Amici della Cattedrale’, saranno tenute da Maria Beatrice Bertone e Cristina Vescul alle ore 15.00 e alle ore 17.00.

L'acqua, la pietra, il fuoco - Bartolomeo Ammannati Scultore

Firenze, dal 11 Maggio al 18 Settembre 2011 - Nella primavera del 2011 al Bargello si terrà la prima mostra monografica dedicata a Bartolomeo Ammannati, nel V centenario della nascita dell'artista di cui il Bargello possiede buona parte delle opere scultoree. Il titolo allude al tema centrale dell'esposizione, ovvero alle tre importantissime Fontane, che l'Ammannati realizzò per commissione del duca Cosimo I: quella destinata al Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio; quella per la Piazza della Signoria (ovvero "del Biancone"); e quella per il giardino della Villa medicea di Castello.La mostra prevede la spettacolare ricostruzione, nel cortile del Bargello, della prima di esse: la fontana marmorea che avrebbe dovuto essere installata nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio (e perciò detta "della Sala Grande"), composta di sei grandi statue di divinità, che nei secoli ha ornato i giardini granducali di Pratolino e di Boboli, prima di giungere smembrata al Bargello. Infatti, il progetto iniziale, così suggestivo, di una fontana all'interno della Sala Grande fu interrotto nel 1560 per realizzare invece la più pubblica (e più propagandistica) Fontana di Piazza - o del "Biancone"- pure affidata all'Ammannati, al quale il Duca commissionò pochi anni dopo anche la Fontana della sua Villa di Castello, con il gigantesco Ercole e Anteo di bronzo al centro del giardino e vari animali all'interno della grotta. La mostra, in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze, sarà dedicata a queste tre fontane, che bene illustrano la politica del Granduca nella valorizzazione estetica e spettacolare dell'acqua - ma anche nella razionalizzazione e nella innovazione tecnica davvero prodigiosa - di questo bene essenziale al benessere dei sudditi. Altre opere scultoree dell'Ammannati (quali la celebre Leda e il Cigno, ilMonumento Nari, il Genio Mediceo, il Marte gradivo, la Venere del Prado), oltre a disegni, progetti, documenti, completeranno l'esposizione. Complemento non irrilevante di questo progetto è un breve documentario,
 

Lost in view. Installazione ambientale di Kurt Flecktenstein

Genova, dal 10 Agosto al 18 Settembre 2011 - Lost in view al museo di Villa Croce, è un’installazione ambientale specificamente creata per lo spazio del piano nobile del museo dall’artista e architetto tedesco Kurt Fleckenstein.Le ampie sale della villa saranno totalmente trasformate per divenire uno stretto e scuro labirinto disorientante che riproduce fedelmente, sulle pareti come sul soffitto, il disegno in b/n del vero pavimento del museo. Ne deriva un percorso claustrofobico in cui le finestre risultano essere le vie di fuga, uniche aperture verso l’esterno. Ma ad una osservazione più attenta anche alcune di queste uscite risultano essere artificiali, schermi su cui si proiettano le immagini dello spazio reale esterno - riprese in tempo reale da una webcam - alternate alle vere finestre. Questo espediente aumenta il senso di smarrimento perché non permette il riconoscimento di luoghi certi anche per chi conosca molto bene gli ambienti della villa.L’ambiente così riprogettato necessita un riposizionamento del visitatore nel suo rapporto con lo spazio e propone una percezione liberata dai tradizionali punti di riferimento, per scoprire la possibilità di un nuovo orientamento.Kurt Fleckenstein è nato a Heddesheim in Baden-Wüttemberg, vive e lavora a Mannheim (Germania) e Wroclaw (Polonia).Ha studiato Architettura del paesaggio con particolare attenzione alla Storia dell’arte all’Università di Scienze applicate di Weihenstephan (Munich) e Regional Planning all’Università di Karlsruhe. Ha conseguito un Dottorato all’Università di Kaisersalutem.E’ stato membro del Regional Planning Association Unterer Neckar e del County Council di Rhein-Neckar-Kreises e fin dagli anni ’90, dopo l’apertura delle barriere verso i paesi dell’ex-blocco comunista, si è particolarmente interessato alla situazione sociale e culturale della Polonia che è divenuta la sua seconda patria.L’artista è stato inizialmente attivo nel campo della progettazione urbana, dell’architettura del paesaggio e del horticultural art e

NOTTI ROMANE CON NERONE AL COLOSSEO

Roma, dal 25 Giugno al 17 Settembre 2011 - Da sabato 25 giugno ogni sabato fino al 17 settembre.Da sabato 25 sarà possibile visitare la mostra Nerone al Colosseo, anche di sera, e tutti i sabato fino al 17 settembre, a conferma del grande successo dell’esposizione che si articola tra il Foro romano, il Palatino e il Colosseo e voluta dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, conferma il successo di pubblico per le mostre che ripercorrono la figura degli imperatori dell’antichità. La sezione della mostra al Colosseo affronta in maniera esaustiva i grandiosi programmi edilizi avviati dall’imperatore dal 64 al 68 d.C. e che hanno fortemente contribuito a ridisegnare il piano urbanistico della capitale. Inoltre, i recenti studi condotti sulla Domus Aurea consentono di offrire al pubblico un quadro aggiornato dello stato delle conoscenze illustrato in mostra da video e fotografie ricostruttive. E poi il tema dell’incendio è sviluppato mostrando il diffondersi delle fiamme seguito, sulla base del resoconto di Tacito, dal primo focolaio divampato nel Circo Massimo nella notte tra il 18 e il 19 luglio del 64 fino all’estinzione, nove giorni dopo, e alla constatazione dei danni: le cospicue tracce dell’incendio rinvenute nella valle del Colosseo e lungo le pendici orientali del Palatino nel corso degli scavi condotti dal 1986 a oggi, sono per la prima volta offerte al grande pubblico. Dagli scavi è emersa una porzione di Roma, edifici pubblici e abitazioni private, i cui resti sono parte del percorso espositivo. Rimosse le macerie, Nerone avvia la costruzione della Domus, di cui sono illustrate anche le tecniche costruttive ed esposti alcuni pregevoli arredi scultorei.La mostra consente ai visitatori di comprendere al meglio l’assetto della valle prima del Colosseo, monumento che venne costruito dai Flavi nel 72 d.C. per coprire il grande lago che Nerone aveva voluto all’interno della Domus.Il percorso della visita continua tra gli archi e le terrazze del Colosseo riservando nuove sorprese
 

Oltre la tradizione. I Maestri della pittura moderna cinese

Roma, dal 23 Giugno al 15 Settembre 2011 - Dal 23 giugno al 15 settembre 2011 il National Art Museum of China (Namoc) di Pechino presenta per la prima volta in Italia, nelle sale di Palazzo Venezia, una grande mostra dedicata agli straordinari artisti della pittura cinese moderna.
Sei pittori, un secolo, cento capolavori rileggono la cultura millenaria cinese per spingersi oltre la tradizione, senza rinnegare il vecchio, senza rinunciare al nuovo.
Fra questi Qi Baishi, secondo nel mondo solo a Picasso ed Andy Warhol per le vendite nelle aste mondiali, e Li Keran, suo discepolo che sin da giovane studiò l'arte di Leonardo, Michelangelo, Charles Le Brun e Käthe Kollwitz.
E ancora, Huang Binhong, che nei giochi di luce e nell'uso del pennello e inchiostro arrivò a convergere con le tecniche dell'impressionismo occidentale, Jiang Zhaohe, il primo artista cinese ad avvicinarsi all'arte figurativa secondo un approccio propriamente realista, e non puramente simbolico come nella tradizione cinese, suo vero elemento di modernità.
Ren Bonian, grande ritrattista, che ha immortalato "corpo e anima" dei personaggi attraverso pochi tratti di pennello, e Pan Tianshou che scuote la pittura tradizionale cinese con originali equilibri compositivi dal taglio quasi fotografico.

Parole di segni. Iscrizioni fenicio-puniche dai musei della Sardegna

Cagliari, dal 15 Aprile al 15 Settembre 2011 - La mostra prende spunto dal completamento del restauro della stele di Nora, il più antico testo articolato in lingua fenicia della Sardegna, per raccogliere in un unico contesto espositivo le iscrizioni in lingua fenicio-punica del Museo Nazionale di Cagliari insieme ad altri materiali epigrafici provenienti dai più importanti musei archeologici dell’isola e ad alcuni reperti di eccezionale interesse presentati per la prima volta al grande pubblico
La mostra costituirà l'occasione per affrontare sia sul piano scientifico che su quello divulgativo il tema dell'inizio della scrittura in Sardegna: il materiale epigrafico sarà analizzato dal punto di vista delle differenze tra i supporti scrittori e da quello delle tecniche di scrittura, sul versante alfabetico come su quello linguistico, con particolare attenzione alle motivazioni del messaggio scritto, alle sue occasioni, ai contenuti e ai destinatari.
L’obbiettivo dell’esposizione è quello di aprire, anche se in modo virtuale e mediato dai reperti in mostra, un “dialogo” con l’antichità e le sue parole.

China New Design

Torino, dal 10 Giugno al 11 Settembre 2011 - In occasione dell’anno culturale della Cina in Italia promosso dal Ministero per la Cultura Cinese, IGAV (Istituto Garuzzo per le Arti Visive, Torino), UCCA (Ullens Center for Contemporary Art, Pechino), Triennale Design Museum e Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte presentano la mostra China New Design, articolata nei due spazi espostivi del MINI&Triennale CreativeSet del Triennale Design Museum di Milano e Palazzo Chiablese di Torino.Dopo due cicli dedicati al nuovo e giovane design italiano, gli spazi del MINI&Triennale CreativeSet presentano un focus dedicato al New Far East Design, con una serie di mostre sul design orientale contemporaneo, che rappresentano la prima di una serie di finestre sul mondo per indagare e analizzare lo sfaccettato panorama del nuovo design internazionale. China New Design, a cura di Jérôme Sans, direttore dello Ucca e già curatore e cofondatore del Palais de Tokio a Parigi, e Cui Quiao, direttore generale della Sezione Cultura e Educazione dell’UCCA, è il primo di questi importanti appuntamenti e propone una selezione dei più interessanti lavori dei designer cinesi contemporanei, in molti casi inediti per l’Italia. Il progetto non fa solo riferimento al design, ma il tema vero è la cultura delle giovani generazioni cinesi. Ne emerge un panorama ricco e variegato, che parte dal furniture design fino ad abbracciare nuove forme di comunicazione, dal fashion design al design del gioiello, dalla grafica alla multimedialità fino ai complementi d’arredo e all’oggettistica.I pezzi esposti spaziano da autoproduzioni a produzioni in grande serie, da oggetti artistici a altri prettamente industriali. Cui Quiao spiega così le scelte curatoriali: “Curare una mostra di design in Italia è difficile, poiché il design italiano è di altissimo livello e il pubblico italiano è molto maturo. Il design è ovunque nella vita quotidiana degli italiani. Ben diverso il discorso per la Cina. Da noi sono ancora poche le persone che si interessano al design… I designer presentati sono stati scelti dalla serie di mostre “New design” che sono state ospitate dallo UCCA nell’arco dell’anno passato.
 

Il tesoro del Cremlino

Firenze, dal 27 Maggio al 11 Settembre 2011 - La mostra è frutto degli scambi culturali in occasione dell'anno delle celebrazioni Italia-Russia 2011, organizzati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal Ministero degli Affari Esteri di concerto con le corrispondenti Istituzioni russe. Essa sarà affiancata, a partire dal 29 maggio al 24 luglio 2011, da un'esposizione al Museo del Cremlino di Mosca dedicata ai tesori dei Medici, per lo più provenienti dal Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, lo stesso che ospiterà questa mostra sui Tesori del Cremlino. Le opere in mostra -150 circa - presenteranno la straordinaria formazione e crescita di uno dei più importanti 'tesori' d'Europa: l'Armeria del Cremlino, la collezione più ricca del più antico museo russo che raccoglie i tesori reali, oggetti di corte di uso quotidiano e cerimoniale, legati ai nomi dei più grandi zar di Russia attraverso molti secoli di storia. Dal XII al XVIII secolo l'Armeria fu la 'stanza del tesoro', colma di oggetti preziosi di origine ed epoche diverse, acquistati per la Casa regnante o giunti in dono da ambasciatori di paesi stranieri: gioielli, armature, ricami, bizantini, russi, persiani, turchi e europei, contribuirono insieme allo sfarzo della corte degli Zar. Quando, nel XVIII secolo la Corte si trasferì da Mosca a San Pietroburgo, l'Armeria fu destinata ad accogliere oggetti legati al cerimoniale dell'incoronazione e alle sontuose vesti auliche. In mostra si presenteranno gli oggetti del periodo più fiorente dell'Armeria, quando era la 'Stanza del tesoro' degli Zar. Non esiste documentazione sul XII e XIII secolo ma, grazie al lavoro degli archeologi e alle preziose opere conservate nella Cattedrale del Cremlino, possiamo farci un'idea dei gioielli usati a quel tempo: complesse decorazioni di vesti in argento, collari e braccialetti, anelli quasi tutti lavorati con la tecnica della granulazione. Una piccola sezione di oggetti bizantini, provenienti dal tesoro della Cattedrale, mostreranno icone smaltate, cammei e pietre incise;
 

Dagli splendori di corte al lusso borghese. L'Opificio delle Pietre Dure nell'Italia Unita
Firenze, dal 17 Maggio al 11 Settembre 2011 - La mostra si collega alle iniziative per i 150 anni dell'unità d'Italia, focalizzandosi su un tema specifico, fiorentino e internazionale al tempo stesso: quello del nuovo percorso apertosi dopo il 1861 per la brillante manifattura artistica, che per tre secoli era fiorita all' ombra della corte granducale di Toscana, diventando celebre in tutta Europa per le sue inimitabili creazioni in pietre dure. Fu con l'avvento del regno d'Italia che l'antica Galleria dei Lavori, di fondazione medicea, dovette modificare il suo status di laboratorio al sevizio esclusivo della corte, per aprirsi al mercato e offrire le sue sempre eccellenti creazioni a una clientela privata, fra la quale non mancarono committenti regali, come lo zar di Russia e Ludwig II di Baviera. Le creazioni che l'Opificio delle Pietre Dure andò realizzando negli ultimi decenni dell' Ottocento, anche quando destinate al ceto borghese allora emergente si distinsero per ricchezza dei materiali e squisitezza tecnica, patrimonio irrinunciabile dell'antico "commesso fiorentino". Pannelli parietali, piani di tavolo, cofanetti, sculture in pietre dure e oggetti di arredo, periodicamente inviati alle Esposizoni Internazionali, a partire da quella che nel 1861 celebrò a Firenze l'unità d'Italia, affascinano per lo splendore cromatico delle pietre rare, messe in opera con esercitata sensibilità pittorica, ma anche per le invenzioni decorative aggiornate sul gusto artistico del tempo, delle arti applicate come della pittura e della scultura, esse pure rappresentate in mostra attraverso esempi che restituiscano il tessuto artistico entro il quale operava l'antico laboratorio, con la nuova denominazione di Opificio delle Pietre Dure. A loro volta, le realizzazioni dell'Opificio furono il riferimento quasi obbligatorio per i laboratori privati cittadini di mosaico fiorentino, in ascesa all'epoca presso il pubblico e alle Esposizioni, e dei quali la mostra seleziona le produzioni più significative, alcune delle quali incontrarono il gusto di Vittorio Emanuele II,
Gli argenti di TIFFANY donati all’ambasciatore Federico Sclopis dagli Stati Uniti d’America

Genova, dal 17 Maggio al 11 Settembre 2011 - A seguito della collaborazione con Palazzo Madama Museo Civico d’Arte Antica di Torino, in occasione del prestito degli argenti colombiani di Palazzo Spinola alla reggia di Venaria Reale per la mostra “La bella Italia. Arte e identità delle città capitali”, la vetrina ad essi destinata ospita ora tre monumentali argenti prodotti nella seconda metà dell’Ottocento da Tiffany su commissione degli Stati Uniti per un omaggio a Federico Sclopis, diplomatico al servizio di Vittorio Emanuele II per il successo ottenuto nel 1871 nella “vicenda dell’Alabama”. L’iniziativa sarà illustrata da Maurizio Galletti, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria, da Anna Maria Saiano, Agente Consolare degli Stati Uniti d’America e da Enrica Pagella, direttore di Palazzo Madama Museo Civico d’Arte Antica di Torino. Farida Simonetti, direttore della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, introdurrà Simonetta Castronovo, conservatore di Palazzo Madama, grazie alla quale seguiremo le vicende che hanno portato alla donazione degli argenti al museo torinese, mentre Gianni Franzone della Wolfsoniana ripercorrerà la storia e i protagonisti di una delle manifatture americane di argenteria e gioielleria più famose al mondo e in particolare illustrerà la committenza del Governo americano delle tre serie di monumentali servizi da punch destinati sia all’ambasciatore Sclopis, ora a Torino, che ai due membri della commissione, ovvero lo svizzero Jacques Staempfli e il Visconte d’Itajubá dal Brasile, i cui servizi sono oggi conservati rispettivamente presso il Musée d’Art et d’Histoire di Ginevra e nelle collezioni dell’Art Institute di Chicago. Anna Maria Saiano, ricordando la coincidenza dei 150 anni della Guerra Civile americana che scoppiò nel 1861, introdurrà Francesco Munari, ordinario di diritto dell’Unione Europea all’Università di Genova e docente di diritto internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche, che ricostruirà la figura del Conte Sclopis quale arbitro internazionale e il ruolo da egli svolto quale presidente del collegio arbitrale nella controversia tra Stati Uniti e Gran Bretagna relativa ai cosiddetti “Alabama Claims”

Brera mai vista: Pittura di luce a Brera. La Madonna con il Bambino del Maestro di Pratovecchio

Milano, dal 13 Maggio al 11 Settembre 2011 - Dopo un’interruzione di tre anni, grazie al riconfermato sostegno di Intesa Sanpaolo riprende alla alla Pinacoteca di Brera Brera mai vista, con la nuova veste editoriale di Skira.La formula è quella già sperimentata con successo nel ciclo precedente: presentazione di uno o due dipinti poco noti, in genere conservati nei depositi per motivi di spazio e di volta in volta raccontati in agili volumetti dagli storici dell’arte della Soprintendenza o da esperti esterni.La ripresa è resa più solenne dall’esposizione di una novità assoluta vera e propria.Si tratta del recentissimo acquisto di una piccola ma preziosa tavola raffigurante la Madonna con il Bambino realizzata probabilmente intorno al 1445 dal Maestro di Pratovecchio.Quasi certamente destinata alla devozione privata, ci mostra una Madonna giovanissima dallo sguardo consapevolmente malinconico, serrata in una esigua nicchia dal fondo damascato, nell’atto di sostenere il Bambino benedicente. E’un dipinto importante, che fino ad ora era noto praticamente soltanto attraverso una fotografia pubblicata da Roberto Longhi in un saggio dedicato a ricostruire la figura del suo autore. L’anonimo, affascinante Maestro di Pratovecchio, che solo di recente si è potuto identificare con la figura storica di Giovanni di Francesco del Cervelliera, socio fra il 1440 e il 1442 di Filippo Lippi, testimonia bene le ricerche in atto nella pittura fiorentina nel quinto decennio del quattrocento, attenta al rigore prospettico vestito di colori luminosi come nella pala di Santa Lucia dei Magnoli di Domenico Veneziano, ma anche al chiaroscuro mobile, alle inquietudini dei personaggi di Filippo Lippi. Queste ricerche sono state nodali nella formazione di artisti significativi per la Pinacoteca milanese come i marchigiani Giovanni Boccati, Giovanni Angelo di Antonio e Fra Carnevale o come Piero della Francesca, e dunque la piccola tavola ne diviene l’esemplificazione parlante, integrando con la sua presenza un’articolazione significativa delle raccolte.
 

Il fuoco nel mondo antico fra rito, mito e quotidianità

Fin dal Neolitico, il fuoco entra sempre più nella sfera quotidiana e domestica per la preparazione  dei cibi e la produzione di luce o calore, e negli aspetti tecnologici e produttivi, assumendo, a partire dall’Età dei metalli, anche significati di carattere rituale e spirituale. Questa duplice valenza funzionale e magico-rituale, il collegamento a “magici” processi di lavorazione e a riti di purificazione e di passaggio offrono la misura del fascino indiscusso esercitato dal fuoco sull’uomo dai tempi più remoti. Elemento insieme umano e divino, vivifico e distruttore, il fuoco ha un ruolo importante anche nella religione e nella mitologia del mondo romano: emblematici sono ad esempio il culto di Vesta e quello dei Lari, e il mito di Prometeo ricordato da Ovidio nelle Metamorfosi.
a cura della dott.ssa Annalisa Gallo
in collaborazione con l'Associazione Amici del Museo di Antichità

Arte forza dell'unità - Unità forza dell'arte

Roma, dal 19 Aprile al 11 Settembre 2011 - 'Arte forza dell'Unita'. Unita' forza dell'Arte'' e' il titolo della mostra che sara' inaugurata Martedì  19 aprile alle 17.30 nel Complesso di Castel Sant'Angelo. Tra gli altri sara' presente anche il sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro. ''Tutela e restauro - spiega il sottosegretario - sono le linee ispiratrici che animano questa esposizione, promossa dal Centro Europeo per il Turismo, Sport e Spettacolo, che si colloca nel quadro dei festeggiamenti del centocinquantesimo anniversario della proclamazione dell'Unita' d'Italia, momento di forte coesione nazionale, particolarmente promosso dal Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali''

''All'interno della mostra - aggiunge - un particolare rilievo verra' riservato alla figura di Pasquale Rotondi, Soprintendente della Regione Marche, che, alla vigilia dello scoppio del secondo conflitto mondiale, ebbe il merito di preservare dalla distruzione e dal saccheggio piu' di diecimila opere d'arte. La sua lista, divenuta oggetto anche di un documentario, che sara' proiettato all'interno della mostra, ci racconta una vicenda che per quasi quaranta anni e' rimasta nell'ombra, forse per il carattere schivo dello storico d'arte che - non a caso - venne tratteggiato dall'amico e collega Giulio Carlo Argan come 'un intellettuale che amava servire la cultura piuttosto che servirsene'".

L’antiquariato dialoga per la prima volta con l’arte contemporanea a Cortonantiquaria
Cortona, dal 27 Agosto al 11 Settembre 2011 - Cortonese d’adozione e Premio Cortona 2011, Gianni (Jannis) Kounellis,

Cortonese d’adozione e Premio Cortona 2011, Gianni (Jannis) Kounellis, “il più italiano fra gli artisti contemporanei”, realizzerà un’imponente opera site-specific per Palazzo Vagnotti: decine e decine di mobili vecchi e antichi saranno utilizzati dall’artista per quella che già potrebbe definirsi la wunderkammer dell’arte contemporanea. Un fil-rouge che unisce il passato al presente, appuntamento imperdibile per gli appassionati e i collezionisti d’arte contemporanea e d’antiquariato, e non poteva essere che la rassegna più antica d’Italia a sensibilizzare il pubblico in un’operazione del tutto nuova che giungesse a coniugare il prezioso e raffinato sapore dell’antichità al linguaggio risoluto dell’arte contemporanea. Inaugurazione: venerdì 26 agosto 2011 ore 17.30.La 49° edizione della Mostra Mercato Nazionale d'Antiquariato si terrà a Palazzo Vagnotti dal 27 agosto all’11 settembre 2011. Cortona, antica polis etrusca, oggi uno dei borghi più affascinanti e belli della Toscana, offre per 15 giorni la più bella passeggiata d’estate fra mobili pregiati, tappeti antichi, dipinti, sculture e oggetti da collezione cui, quest’anno, si affianca una sezione dedicata all’arte povera proposta dalla storica Galleria Tornabuoni di Firenze, quale segno di continuità con il progetto site-specific del Maestro Jannis Kounellis.  Promosso da Provincia di Arezzo, Comune di Cortona, Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Arezzo

BUON COMPLEANNO ITALIA!

Il 17 Marzo l'Italia unita compirà 150 anni. Ma gli eventi non si fermano ad una sola giornata: scopri l'Italia attraverso la sua storia più recente e festeggia con il tricolore lungo tutta la penisola.

Logo Tutto è partito da Quarto, nel levante di Genova. Dallo stesso scoglio presso cui si imbarcarono i garibaldini alla volta di Marsala, il 5 Maggio, sono iniziate le celebrazioni per i 150 anni dell'unità d'Italia.
Dalla Liguria alla Sicilia, Dalle Alpi alla Calabria, ogni angolo del nostro Paese è pronto per festeggiare il compleanno dell'Italia. La sera del 16 Marzo sarà la “Notte tricolore” con concerti celebrativi e cerimonie solenni. Copione tutto tricolore anche il giorno successivo, 17 Marzo, con le due Camere riunite in seduta comune e numerosi eventi dedicati al nostro Paese.
Roma e l'Italia si vestono di verde, bianco e rosso e sono pronte ad accogliere i turisti italiani e stranieri con tante manifestazioni dedicate alla storia del nostro Paese. Ma questa sono solo alcune delle tappe del fitto calendario che è stato predisposto e che ripercorre i luoghi più significativi della storia risorgimentale.

Esperienza Italia

Logo Esperienza Italia

Torino - Il passato, presente e futuro del Paese in un grande evento realizzato per i 150 dell’unità d’Italia.

Torino e il Piemonte presentano Esperienza Italia, il grande appuntamento dedicato all’Italia e alle sue eccellenze. Un calendario fitto di mostre, eventi, manifestazioni sportive, spettacoli, concerti e conferenze.
Esperienza Italia avrà due palcoscenici straordinari.
Le Officine Grandi Riparazioni, l’Officina dell’Italia, che ospiterà le mostre “Fare gli Italiani. 150anni di storia nazionale”, “Stazione Futuro. Qui si rifà l’Italia” e “Il Futuro nella mani. Artieri Domani” oltre allo Spazio Scuole.
Alla Venaria Reale, la Reggia d’Italia, si potranno invece ammirare le eccellenze del Paese: “Moda in Italia. 150 anni di eleganza”; “La bella Italia. Arte e identità delle città capitali” e “Leonardo. Il genio, il mito”.
Spazio anche all’enogastronomia con il nuovo “Potager Royal. Giardini, orti e tavole reali” e le “Cene regali”.

Il 900 a Milano

La sede del Museo accanto al Duomo di Milano (Fonte ufficio stampa museo)03.02.2011 - 01.11.2011

Milano – Il Museo del 900 svela i propri tesori.

La sede del Museo accanto al Duomo di Milano

Nel cuore di Milano, in piazza Duomo, l’arte del XX secolo. Negli storici ambienti del Palazzo dell’Arengario, ha aperto i battenti il Museo del Novecento, nuovo spazio museale del Comune di Milano dedicato all’esposizione di oltre 400 opere d’arte del XX secolo.
Il Museo si estende su una superficie di 8.200 mq di cui 4mila dedicati allo spazio espositivo. Il progetto, firmato da Italo Rota, e Fabio Fornasari, conta l’esposizione di oltre quattrocento opere, tutte appartenenti alle Civiche Raccolte Artistiche del Comune di Milano. Si tratta di un percorso complesso ed articolato, che parte dal Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo e si snoda attraverso le sale dedicate al futurismo. Ad Umberto Boccioni, con una collezione unica al mondo che comprende il manifesto pittorico del futurismo Elasticità (1912), è dedicato uno spazio monografico.

Melozzo Da Forli'

Melozzo da Forlì (Fonte Uff. stampa mostra)

29.01.2011 - 12.06.2011
Forlì, dal 29 gennaio 2011 al 12 giugno 2011 – Una mostra con i grandi capolavori di Mantenga, Piero della Francesca e Raffaello.
Le opere d’arte di Melozzo da Forlì saranno esposte assieme a quelle di grandi maestri come Mantenga, Piero della Francesca e Raffaello nella splendida cornice del museo di San Domenico. La mostra proporrà quindi i capolavori del Mantegna, di Piero della Francesca (in mostra anche la sua "Madonna di Sinigaglia"), del Bramante da cui Melozzo trasse insegnamenti e suggestioni o che, come il Beato Angelico, Mino da Fiesole, Antoniazzo Romano,tizie">
Mostra: tel. 199 199 111
Visite guidate e laboratori: tel. 02 43 35 35 25
email:servizi@civita.it
www.mostramelozzo.com

L’Avventura del Vetro

L’avventura del vetro (Fonte Uff. Stampa mostra)11.12.2010 - 25.04.2011
Venezia, dall’11 dicembre 2010 al 25 aprile 2011 - Dopo quasi trent'anni il Museo Correr dedica gli spazi espositivi ad una prestigiosa mostra dedicata al vetro.
Organizzata cronologicamente in quattro sezioni - vetri archeologici; dal XV al XVIII secolo; XIX secolo, XX secolo - e con oltre trecento opere esposte, la grande rassegna al Correr ripercorre tutte le tappe della straordinaria "avventura del vetro" a Venezia, dall'arrivo in laguna, in età classica, di vetri provenienti da aree anche lontane, fino al connubio sempre più stretto tra vetro e design che rappresenta il presente e il futuro della produzione vetraria muranese. Quanto il vetro sia connaturato a Venezia lo conferma la sezione d'apertura della mostra che presenta un'inedita sequenza di vetri antichi recuperati dai fondali della laguna e tra la sabbia dei canali della città. Disseminati per casi fortuiti, per la caduta in mare dei carichi o semplicemente per l'eliminazione di manufatti non più integri. Questi capolavori fragilissimi, di fattura spesso raffinatissima, saranno esposti per la prima volta al pubblico dopo essere emersi dalla coltre d'acqua che li ha preservati per secoli.

Riapre l'ex Real polverificio borbonico

Ex Real Polverificio Borbonico (Fonte: Uff. stampa evento)

Scafati (Salerno), dal 17 novembre 2010 al 1 ottobre 2011 – Un importante intervento di archeologia industriale ha restituito alla città l’ex polverificio borbonico.
Dopo un lungo lavoro, durato qualche decennio, la Soprintendenza Bap di Salerno e Avellino, restituisce alla città un impianto salvato dal degrado attraverso un intervento di recupero e restauro che risulta un vero capolavoro di archeologia industriale. Il nuovo edificio, che si apre oggi al pubblico, si fa apprezzare per i rigorosi interventi di restauro conservativo e consolidamento che hanno trovato nuove destinazioni ai locali che rendono funzionale il complesso a moderne attività espositive e civili. Da vedere è anche l’archivio dei disegni del Real Polverificio insieme alla Cappella di Santa Barbara , protettrice degli uomini che hanno a che fare col fuoco.

Mediterraneo: da Courbet a Monet e Matisse

Claude Monet ‘Cap d’Antibes’ (Fonte uff. Stampa mostra)27.11.2010 - 01.05.2011
Genova, dal 27 novembre 2010 al 1° maggio 2011 – In mostra alcuni tra i più grandi artisti del XIX secolo.
La mostra sugli Impressionisti a Genova è un evento che rientra in un più ampio progetto di rinnovamento dell’immagine della città ligure e che la rilancia anche a livello internazionale. L’esposizione, che raccoglie 80 dipinti di pittori del periodo impressionista, avrà luogo presso il Palazzo Ducale del capoluogo ligure. La mostra ‘Mediterraneo’ vuole studiare, attraverso 80 dipinti provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo, questo itinerario magico dentro il colore che Van Gogh descrisse in questo modo: «Colore cangiante, non sai mai se sia verde o viola, non sai mai se sia azzurro, perché il secondo dopo il riflesso cangiante ha assunto una tinta rosa o grigia».

L’arte contemporanea di ‘Entretiempos’

Erwin Wurm, 'One Minute Sculptures' (Fonte uff. Stampa mostra)Nuoro, dal 15 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011 - Le opere di 17 artisti tra i più importanti del panorama artistico contemporaneo saranno in mostra al MAN.  Erwin Wurm, 'One Minute Sculptures' L’entretiempo è il luogo dove mente e corpo, immaginazione e realtà non sono più concetti dissociati. Attraverso lavori fotografici, video e pellicole prodotti negli ultimi dieci anni, si potranno osservare interpretazioni di diverse tematiche: la natura e gli effetti dell'interruzione fotografica e di altre tecniche. Gli artisti di Entretiempos sono: Jeff Wall, Clare Strand, David Claerbout, Paul Pfeiffer, Jochen Lempert, Mabel Palacín, Steven Pippin, Erwin Wurm, Iñaki Bonillas, Hiroshi Sugimoto, Michael Snow, Tacita Dean, Daniel Blaufuks, Joachim Koester, Ceal Floyer, Ignasi Aballí e Michael Wesely.

 
 
 

 

   

Joan Mirò: i miti del mediterraneo

Joan Mirò (Fonte uff. stampa mostra)Pisa, dal 9 ottobre al 23 gennaio 2011 – Le sale di Palazzo Blu ospitano la mostra su Mirò. Un’esposizione non solo di dipinti e litografie del grande artista spagnolo, ma anche alcune tra le sue sculture. Il percorso espositivo, sala per sala, sarà accompagnato dalle frasi scritte dallo stesso Joan Mirò. Se da un lato, la poesia costituisce per lo spagnolo lo strumento per aprire lo spazio e accrescere le sue capacità di artista, il mito è una forma di racconto che aiuta la comprensione della realtà. Saranno esposte 110 opere, tra dipinti, sculture, litografie, disegni e illustrazioni nelle quali, attraverso il potere trasformatore della poesia e del mito, l'artista catalano esprime la complessità del reale. Mirò ritrova nel paesaggio, nella luce, nelle montagne, nei campi lavorati e nelle spiagge brillanti il Mediterraneo.

Mario Botta. Architetture 1960-2010

Mario Botta (Fonte uff. stampa mostra)Rovereto, dal 25 settembre 2010 al 23 gennaio 2011 – Una mostra documenta le opere più significative realizzate dal famoso architetto dal 1960 ad oggi. Botta è uno dei più importanti architetti viventi e la mostra rende omaggio alla sua produzione con un’ attenta documentazione dei sui lavori dal 1960 ad oggi: dalle prime case unifamiliari, originali espressioni della scuola ticinese, fino ai grandi edifici pubblici, biblioteche, teatri, musei, chiese e sinagoghe, realizzati in tutto il mondo. Visitando la monografica si possono studiare e ammirare circa 60 progetti di edifici realizzati, documentati con schizzi e modelli originali, fotografie e disegni inediti, attraverso un originale percorso espositivo organizzato in dodici sezioni.

I Grandi Veneti

Pisanello (Fonte Uff. stampa mostra)

Roma, dal 14 ottobre 2010 al 30 gennaio 2011 –

Al Chiostro del Bramante i capolavori dei maestri della pittura venetaDa Pisanello a Tiziano, da Tintoretto a Tiepolo. Un’ottantina di opere, conservate all’Accademia Carrara di Bergamo, attualmente chiusa per ristrutturazione, saranno esposte al Chiostro del Bramante. Ci sarà il Quattrocento di Pisanello, del Vivarini e della scuola padovana di Squarciane. Poi sarà la volta del Cinquecento di Paolo Veronese e Tintoretto, il Seicento di Maffei, Padovanino, Vecchia e Carpioni, il Settecento di Tiepolo e Diziani fino al vedutismo di Canaletto e Guardi e alle maschere di Pietro Longhi. Un’esposizione irripetibile, nella densità di capolavori e artisti, per raccontare ciò che sta alla base della pittura e dell’arte figurativa: il colore.

Luci d’Artista

‘Piccoli spiriti blu’ di Rebecca Horn (Fonte uff. stampa evento)03.11.2010 - 31.01.2011

Torino, dal 3 novembre 2010 al 31 gennaio 2011 – Per le vie e le piazze della città un’esposizione di opere d’arte fatte di luce. Piccoli spiriti blu’ di Rebecca Horn

L’edizione 2010-2011 di Luci d’Artista è la dodicesima proposta dalla città di Torino per illuminare strade e piazze del capoluogo piemontese. Una grande esposizione di opere d’arte che si arricchisce quest’anno di quattro opere nuove che vanno ad aggiungersi alle 17 già allestite negli anni scorsi. Le quattro opere esordienti sono: un’installazione ideata dall’artista tedesco Tobias Rehberger, l’allestimento dell’installazione di Richi Ferrero con la quale ha partecipato alla Luminale 2010 di Francoforte, la "Cristalliazzazione" di Carlo Bernardini e, grazie ad uno scambio con Lione, la collocazione di un’opera proveniente dalla città francese nei giardini di piazza Carlo Felice. Luci d'Artista è inserita quest’anno nel programma di Contemporary TorinoPiemonte.

“Lucca e L’Europa. Un’idea di Medioevo”

Lucca e l’Europa: Soldo aureo Pannonia  (fonte: Ella Studio-APT Lucca)28.09.2010 - 09.11.2011
Lucca - Fino al 9 gennaio 2011 in mostra “Lucca e l’Europa”, un’esposizione che racconta mille anni di storia attraverso le opere della “Fondazione Centro Studi sull'arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti”.
Lucca e l’Europa: Soldo aureo Pannonia
Un centinaio di opere in mostra che raccontano oltre mille anni di storia, realizzate fra il V e l’XI secolo e esposte in un allestimento di undici sezioni. Si tratta di un camminamento virtuale nella produzione artistica lucchese anche con riferimenti europei: si chiama “Lucca e L’Europa. Un’idea di Medioevo” la mostra che celebra il centenario dalla nascita di Carlo Ludovico Ragghianti, politico, critico, storico appassionato e dedito all’arte, e rimarrà in esposizione fino al 9 gennaio 2011 nel complesso monumentale di via San Micheletto a Lucca. E’ stato Ragghianti, insieme alla moglie, a raccogliere oggetti preziosi che rievocano atmosfere del passato più lontano, ma che allo stesso tempo raccontano società e cultura antiche che continuano a vivere nella contemporaneità proprio attraverso quelle espressioni artistiche. Esposte anche antiche monete, tra cui quelle in argento per Carlo Magno e per Ottone II, preziosi manufatti in avorio appartenenti a raffinate produzioni nell’arte tardo antica, sculture di pietra che documentando lo sviluppo della decorazione architettonica dal VII al X secolo. L’ingresso è gratuito.

Munch e lo Spirito Del Nord

Munch (Fonte Uff. stampa mostra)Udine, dal 25 settembre 2010 al 6 marzo 2011 – Un tour artistico sul grande pittore norvegese tra Udine, Pordenone, Trieste, Gorizia e Venezia.
Si snoderà essenzialmente in tutto il territorio regionale il tour di presentazione che Marco Goldin ha previsto per raccontare la grande mostra "Munch e lo spirito del nord. Scandinavia nel secondo Ottocento". Uno spettacolo in cui il racconto di Marco Goldin sulle immagini dei capolavori di Munch e degli altri grandi protagonisti della pittura nordica si coniuga con brevi testi scritti dallo stesso Goldin e da brani tratti dagli scritti di Edvard Munch, entrambi recitati dalla voce di Gilberto Colla. A rendere ancora più intensa l'atmosfera creata dalle immagini e dalle voci, saranno i suoni della fisarmonica di Renzo Ruggieri e dal violoncello di Piero Salvatori. Un grande spettacolo di arte in cui pittura, letteratura e musica si coniugano

Il volto dell'Ottocento e Il Simbolismo

Il volto dell’Ottocento (Fonte uff. stampa mostra)Padova dal 1 ottobre 2010 al 27 febbraio 2011 – A Palazzo Zabarella si terranno due mostre su grandi artisti dalle personalità diverse: Canova e Modigliani.

Il volto dell’Ottocento’ e ‘Il simbolismo in Italia’ sono due esposizioni promosse dalla Fondazione Bano e dalla Antonveneta. Protagoniste della mostra saranno le opere di Canova e Modigliani. Nel secolo in cui torna potente la ricerca del vero, quasi un'ansia di scoprire la psiche umana, i due artisti si incontrano nella scelta di idealizzare il ritratto. Canova, rendendo sublime il gusto per la perfezione classica, idealizza i potenti che ritrae, trasformandoli in moderni dei di un nuovo Parnaso. Modigliani allungando i colli, come non aveva osato nemmeno Parmigianino, propone, in pittura, una nuova dimensione che sembra fare sintesi della modernità di Picasso e Matisse.

Van Gogh al Vittoriano

Van Gogh (Fonte uff. stampa mostra)Roma, dall’8 ottobre 2010 al 6 febbraio 2011 - 60 capolavori del pittore olandese saranno affiancati da 30 dipinti di Gauguin, Cezanne, Pissarro, Millet. Torna a Roma, dopo vent’anni, l’opera geniale di Van Gogh con una prestigiosa rassegna dal titolo «Vincent Van Gogh. Campagna senza tempo e città moderna» , curata da una delle maggiori esperte dell’artista, Cornelia Homburg e supportata da un Comitato Scientifico internazionale di grande prestigio e da eccezionali prestiti dai maggiori musei pubblici di tutto il mondo. Questa mostra si candida come  ennesimo record, all'inseguimento dello straordinario successo riscosso in primavera da Caravaggio alle Scuderie del Quirinale. Due, come suggerisce il titolo, i temi dell'esposizione: la città, dipinta spesso da Van Gogh di notte tra caffè all'aperto e cieli stellati, e la campagna spesso immortalata tra campi di grano e nuvole.

Chardin: il pittore del silenzio

Chardin (fonte uff. stampa mostra)Ferrara, dal 17 ottobre al 30 gennaio – Aprirà i battenti a Palazzo dei Diamanti la mostra dedicata ad uno degli artisti francesi che ha avuto maggior influenza sui maestri moderni, da Cézanne a Matisse, da Braque a Morandi.

 "Noi usiamo i colori ma quello con cui dipingiamo è il sentimento". Con queste parole, Jean-Baptiste-Siméon Chardin, contrapponendosi alle regole accademiche allora in voga, amava descrivere il suo modo di fare arte e la sua poetica. A questo grande protagonista dell'arte del Settecento, ‘Ferrara Arte’ dedicherà nell'autunno del 2010 un'importante mostra, la prima mai consacrata all'artista nel nostro paese. L’esposizione sarà l’occasione per ripercorrere le tappe salienti del suo percorso artistico attraverso un’ampia selezione di opere provenienti da tutto il mondo: dalle nature morte giovanili alle scene di genere della prima maturità, fino agli straordinari capolavori dell’ultimo periodo.

Salvador Dalì a Palazzo Reale

Salvador Dalì (Fonte Mostradali.it)Milano, dal 22 settembre 2010 al 30 gennaio 2011 - Con la mostra dal titolo "Il sogno si avvicina", l'artista ritorna a Palazzo Reale dopo 50 anni dall'ultima personale.

 Il genio visionario di Dalì a Milano è un grande ritorno: l'artista spagnolo manca dalla città dal 1954, quando si svolse una sua personale nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale. Nel percorso della mostra sarà fruibile il cortometraggio Destino di Salvador Dalì e Walt Disney, mai proiettato prima in Italia. Dalí lavorò al fianco di Disney tra il 1945 e il 1946 ma il film fu completato solo nel 2003. Esposti anche alcuni dei disegni originali creati per il corto. La mostra Il sogno si avvicina indaga il rapporto del grande artista spagnolo con il paesaggio, il sogno e il desiderio. Per la sua realizzazione si è rivelata fondamentale la collaborazione con la Fondazione Gala-Salvador Dalí di Figueras e i prestiti dal Reina Sofia di Madrid e altre istituzioni museali.

Informazioni utili
Palazzo Reale - Museo Piazza Duomo, 12 (MI)  
Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30
Ingresso: intero € 9, ridotto € 7,50
www.comune.milano.it  

I colori del Risorgimento

La carica dei bersaglieri di Cammarano (Fonte uff. stampa mostra)Roma, dal 6 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011 – Alle Scuderie del Quirinale si alza il sipario sulla rassegna ‘1861 – I pittori del Risorgimento’.

L'evento espositivo, promosso in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, illustra come la pittura italiana abbia rappresentato gli eventi che tra il 1859 e il 1861 portarono il Paese alla conquista dell'indipendenza e dell'unità nazionale. Un importante appuntamento che aprirà le porte anche ai non vedenti. E' stato infatti allestito un percorso multimediale ad hoc per persone con disabilità sensoriali e fisiche. Due consolle animeranno altrettanti quadri in Sala: 'La carica dei bersaglieri' di Cammarano e 'Le gioie della buona madre' di Sciuti. L'esperienza si attiva toccando la riproduzione dell'opera, costituita da una tavola termoformata trasparente per viverla tattilmente. Accanto trovano posto la membrana per la comunicazione delle vibrazioni sonore ai non-udenti e il monitor con traduzione in linguaggio Lis.

Morandi: L'essenza del paesaggio

Paesaggio, Moranti (Fonte uff. stampa mostra)Alba, dal 16 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011 – Un’esposizione sul tema del paesaggio dedicata all’arte di Giorgio Morandi.

Per questa mostra sono state selezionate opere di indiscussa qualità, individuate anche a partire dai destinatari cui lo stesso Giorgio Morandi le aveva riservate, in particolare i suoi interpreti - Cesare Brandi, Cesare Gnudi, Roberto Longhi, Luigi Magnani, Carlo Ludovico Ragghianti, Lamberto Vitali - e i suoi più importanti collezionisti. In tutto saranno esposte più di settanta opere, soprattutto dipinti su tela e una ristretta scelta di acquarelli.

Il Rinascimento in Ticino

Rinascimento nel Ticino (Fonte uff. stampa mostra)Varese, dal 16 ottobre 2010 al 10 gennaio 2011 – Una mostra sulle arti figurative in Canton Ticino tra il Quattro e il Cinquecento.

La pittura locale del tardo Quattrocento è caratterizzata da botteghe che ripetono motivi tardogotici e formule arcaiche (i Seregnesi, Antonio da Tradate). Bramantino, che lascia la tavola con la Fuga in Egitto nel santuario della Madonna del Sasso all’Orselina, e Bernardino Luini, con il polittico di San Sisinio a Mendrisio e con il tramezzo di Santa Maria degli Angeli a Lugano, rappresentano i due casi più notevoli di questa corrente pittorica. La mostra rappresenta l'occasione per svolgere una ricerca sul territorio. Partendo dalla constatazione che molte delle opere rinascimentali del Ticino sono inamovibili perché dipinte su muro o perché le loro condizioni di conservazione non lo permettono, sarà infatti proposta una serie di itinerari che si snoderanno attraverso la regione, toccando alcuni tra i suoi siti storico-artistici più notevoli.

Attraverso Le Tenebre

‘Attraverso le tenebre’ locandina (Fonte uff. stampa mostra)Bologna dal 22 settembre 2011 al 9 gennaio 2011 – Una mostra dedicata a Goya Battaglia, Saporì, tre artisti molto diversi tra loro che faranno riflettere sulla realtà del male. ‘
I Desastres de la guerra - serie di ottantadue acqueforti realizzate da Francisco Goya tra il 1810 e il 1820 - è uno spietato documento che testimonia la violenza perpetrata dall'occupazione francese della Spagna. Con una quarantina di scatti fotografici invece Letizia Battaglia, fotografa di fama internazionale, documenta gli "anni di piombo" della città di Palermo, testimoniando l'atrocità della violenza che lacera la vita della sua città. A conclusione del percorso dei lavori dei due autori citati è posta una Via Crucis del giovane artista romagnolo Nicola Samorì. Attraverso un linguaggio visionario che procede per strappi e lacerazioni, l'autore dipinge dettagli che alludono allo sviluppo narrativo delle singole scene, suggerendo la continua lotta tra vita e morte, verità e menzogna, luce e tenebre.

Splendori sacri

San Fortunato Martire (Gennaro Pane) (Fonte Uff. stampa mostra)Mileto, dal 26 settembre 2010 al 9 gennaio 2011 –Un’ interessante e preziosa mostra di argenti sacri, dalla prima metà del Trecento all'Ottocento.

Fra le opere più interessanti esposte nel Museo Statale di Mileto, si segnalano le croci astili di Gerocarne, di Pizzoni e di Motta Filocastro. Altri straordinari manufatti in mostra sono il Riccio di bacolo pastorale di Tropea e il Turibolo di Mileto. Numerose anche le opere provenienti da Napoli. Arricchiscono l'esposizione le sculture raffiguranti Santa Domenica del 1738 di Gaetano e Nicola Avellino, rinomati argentieri napoletani; San Nicola , realizzato da Nicola De Blasio tra il 1741 e il 1747 e San Fortunato martire di Gennaro Pane, argentiere napoletano tra i più noti, attivo tra il 1835 e il 1878. Il forte legame della Calabria con Napoli è documentato da una cospicua serie di opere, dal Tronetto e dagli Ostensori monumentali di Tropea e Nicotera ai preziosi arredi sacri firmati da artisti quali Nicola Cangiani , Giuseppe e Gennaro Del Giudice e Giovan Battista d'Aula, attestati a Napoli tra il 1686 e il 1804.

Dall'Astrattismo Siciliano al Neofigurativismo Francese

Dall’Astrattismo siciliano al Neofigurativismo francese (Fonte uff. stampa mostra)Agrigento, dal 30 gennaio 2010 al 9 gennaio 2011 – Un calendario ricco d’appuntamenti con l’arte moderna e contemporanea.
A dieci anni dalla sua costituzione, l'Associazione Amici della Pittura Siciliana dell'Ottocento celebra questa prima tappa della propria attività con un calendario ricco di appuntamenti con l'arte moderna e contemporanea. La location della mostra sarà il raffinato spazio espositivo delle Fabbriche Chiaramontane - il complesso del XVI secolo costruito da Federico Chiaramonte e oggetto di un accurato restauro da parte dell'Associazione. Tra i vari appuntamenti con l’arte il più curioso è sicuramente quello firmato da Vittorio Sgarbi. Il professore e sindaco di Salemi ha curato l’esposizione di Cesare Inzerillo, lo scenografo di Ciprì e Maresco, che un anno fa dopo l'esordio a Salemi, è stata unanimemente riconosciuta come "l'evento artisticamente più dirompente del 2009".

Informazioni utili
www.comune.agrigento.it 
email:team@ottocentosiciliano.it
tel.: +39 092227729

‘Il Bacio: Un Capolavoro per L'Italia’

Il Bacio (Hayez) (Fonte uff. stampa mostra)Genova, dal 2 ottobre 2010 al 9 gennaio 2011 – ‘Il Bacio’ di Francesco Hayez, icona del Romanticismo.

Nel Museo del Risorgimento, casa natale di Giuseppe Mazzini, si presenta al pubblico il dipinto ‘Il Bacio’ nella versione del 1861. L’opera divenne ben presto simbolo delle lotte risorgimentali e dell'idea comune di nazione e di libertà che si andava consolidando nel paese unificato. La mostra itinerante, che vede nel Museo del Risorgimento la seconda tappa, porterà l'opera in viaggio attraverso diverse città sino a Roma, in un simbolico percorso che abbraccerà tutta l'Italia. L'esposizione del capolavoro, che più rappresenta il sogno patriottico, rientra nell'ambito delle iniziative dedicate al 150° anniversario dell'Unità d'Italia.
Informazioni utili

www.museidigenova.it 
Area Cultura e Innovazione Settore Musei
Ufficio Marketing Tel. (010) 5574741 -28 Fax (010) 5574701
Ogni sabato alle ore 15.30 visite guidate alla mostra e itinerari guidati nel centro storico cittadino alla scoperta di Genova risorgimentale.

"Martedì in arte"

Martedì in arte (Fonte uff. stampa evento)Urbino, dal 28 settembre al 28 dicembre – Alla Rocca di Gradara un autunno all’insegna dell’arte e della storia.

La Rocca di Gradara e il Palazzo Ducale di Urbino accoglieranno i visitatori con una serie di serate che intendono offrire nuove conoscenze e prospettive di riflessione sugli splendidi complessi monumentali, ma in maniera non convenzionale. Il Medioevo a Gradara e il Rinascimento ad Urbino saranno infatti presentati attraverso il filtro del cinema. "Corti e battaglie’ e il ciclo "Medioevo/Medioevi" permetteranno ai visitatori di osservare quel lontano e affascinante periodo storico attraverso le storie e le immagini cinematografiche italiane e americane. Tra i film presentati, ‘L'Armata Brancaleone’, ‘Il Nome della Rosa’, ‘Le Crociate’ e ‘Il Primo Cavaliere’

Informazioni utili
www.comune.gradara.pu.it 
Entrambi i musei saranno visitabili gratuitamente dalle ore 19,00 alle ore 23,00.
Gli spettacoli avranno inizio alle 20,30.
Possibilità di visite guidate su prenotazione alla Rocca di Gradara. 4,00 € a persona.
Per info: 0541.964115

Omaggio a Guttuso

Guttuso ‘Peperoni’ (Fonte uff. stampa mostra)Parma, dall’11 settembre all’ 8 dicembre – Una grande mostra per festeggiare il centenario della nascita di Guttuso.
La Fondazione Magnani Rocca celebra con una importante esposizione il grande pittore realista Renato Guttuso.  ‘Passione e Realtà’ il titolo della mostra che ospiterà 66 opere divise in 4 sezioni tematiche. La formazione negli anni Trenta, l’antifascismo, la partecipazione alla vita politica e al dibattito culturale del secondo dopoguerra e i dipinti di attualità sociale. Ma c’è anche il Guttuso dei ritratti, dei paesaggi, dei nudi e di bellissime nature morte. Un'arte piena di vita e colore, eppure a tratti pervasa da malinconia e solitudine.  Dalla mostra emergono anche i rapporti di Guttuso con poeti e scrittori, fra cui Moravia, Pasolini, Montale, Neruda; con gli artisti che lui considerava maestri - da Courbet a Van Gogh a Picasso - e spesso citava nelle sue opere (per esempio, l'omaggio a Picasso in La Spiaggia o a Caravaggio in La Stiratrice). Infine, l'amicizia con Luigi Magnani, testimoniata da una raccolta di lettere, oltre che dalle quattro opere di Guttuso che l'imprenditore, appassionato d'arte, raccolse insieme a molti altri capolavori.

‘L’Idea di Roma’, una città nella storia.

Il tempio di Venere, Giuseppe Sciuti (Fonte uff. stampa mostra)Roma, dal 21 settembre al 21 novembre - il Complesso del Vittoriano ospita una grande mostra in occasione dei 140 anni di Roma Capitale.
La mostra vuole raccontare la storia della città dagli albori agli anni ‘60 attraverso oltre 250 opere tra dipinti, incisioni, antichi documenti di archivio, sculture, fotografie, antichi codici e volumi. Il progetto espositivo si articola come un percorso incentrato su due temi unitari – l'assetto urbano e la vita quotidiana e sociale – modulati per stazioni cronologiche dall'antichità alla contemporaneità. La presenza di antiche piante della città che ritraggono gli stessi luoghi in epoche storiche consentono di avere un chiaro richiamo delle variazioni territoriali che nel corso dei secoli si sono stratificate su Roma. Le sezioni della mostra si articolano partendo dalla “Roma Classica”, passando per “L'idea di Roma nel Medioevo” e proseguendo poi attraverso “Le rovine di Roma 1849”, “Roma Sacra”, “Roma Capitale”, “Roma moderna”, “Utopia Urbana”, “Roma ‘60”.

'Meditazioni Mediterraneo'

‘Il Vesuvio’  (Fonte Matteo Paoletti)Genova, dal 10 settembre al 7 novembre - Giochi di luce e installazioni interattive, reperti nuragici e atlanti. Dalla Siria a Pompei, un viaggio tra civiltà lontane.

Luci, colori e suoni del Mediterraneo, una mostra interattiva per raccontare il mare attraverso sguardi e paesaggi da Gibilterra ai Dardanelli. Un trionfo di installazioni multimediali disposte in sei sale, un percorso che va dal Marocco a Pompei alla Siria, dove il pubblico viene coinvolto in prima persona per attivare filmati, proiezioni ed effetti speciali di grande impatto. Le installazioni dialogano coi reperti archeologici delle civiltà del Tirreno, le statuette nuragiche e le carte di navigazione genovesi esposte nella mostra parallela Riflessi sul Tirreno. Nell'esposizione si trovano alcuni pezzi rarissimi, come un atlante di navigazione trecentesco e la Mappa del Muggiolo (metà 1500) in prestito dalla Biblioteca Berio.

Informazioni utili
www.palazzoducale.genova.it 

La mostra è aperta da martedì a domenica, dalle 9.00 alle 19.00.
Aperture straordinarie fino alle 24 il 9, 11 e 24 settembre.
Tel. 010 5574065

"Baci rubati e amorose passioni”

Locandina mostra ‘Baci rubati e amorose passioni’ (Fonte uff stampa evento)Andria, dal 16 luglio al 1 novembre – Una mostra che ripercorre il tema dell’amore in opere del Settecento e Ottocento.

La mostra rappresenta l'occasione ideale per ripercorrere vicende mitologiche, letterarie, drammi pastorali nella visione settecentesca dell'amore, testimoniata dalle sette opere della collezione di Banca Carime. I sette dipinti, realizzati da artisti meridionali come Giaquinto, De Matteis, Altamura, con le coppie di Rinaldo e Armida, Erminia e Tancredi, Aurora e Cefalo, Enea e Didone sono emblematiche di una cultura che vive l'amore come mistero insondabile. Il percorso espositivo prosegue con opere di autori come Hayez, il Piccio, Cremona, Previati. La colpevole visione dell'amore-passione ottocentesca di eroine come Isotta, Francesca da Rimini e Giulietta, predilette vittime di un Medioevo feroce e insensibile alla loro amorosa fragilità, aprono la sezione dei baci rubati, preludio all'esplosione di un sentimento non ammesso dall'ordine sociale.

Franco Battiato: Prove d’Autore

Franco Battiato ‘Prove d’autore’ (Fonte uff.stampa mostra)Alba, dal 2 ottobre al 1 novembre - La chiesa di San Domenico ad Alba ospiterà la personale di Franco Battiato, dal titolo Prove d’autore. La mostra ripercorrerà la produzione del Battiato pittore, dagli anni ’90 a oggi, attraverso 25 opere tra cui il grande ‘Trittico’,‘Gilgamesh’, suo primo libro d’artista e il ‘Mediometraggio’, di cui ha curato la regia, dedicato allo scrittore Gesualdo Bufalino. Personalità poliedrica, Battiato ha sempre parlato del suo approccio all’arte, come una ‘pura sfida e una terapia riabilitativa’ che lo hanno portato alla ricerca di diverse forme espressive. Il cantante/autore in questa mostra intende perseguire una strada di assoluta autonomia, libero da dogmi stilistici di ogni genere, lontano dalle scelte critiche e del mercato. Il percorso espositivo si snoda attraverso i nuclei concettuali della sua riflessione sull’arte: il tempo, la memoria, la storia, la bellezza, l’indagine di una figurazione che esplora l’invisibile.

Arte contemporanea sotto la Lanterna

‘Persona in meno’ (Fonte uff.stampa)

Genova, dal 18 settembre al 18 ottobre – nella splendida cornice di Palazzo Ducale sarà allestita una straordinaria mostra d’arte contemporanea.  L’esposizione è il frutto di quattro mesi di lavoro di tre giovani curatori stranieri – Angelique Campens (Belgio), Erica Cooke (USA) e Chris Fitzpatrick (USA) – che hanno partecipato alla quarta edizione del progetto ‘Residenza per giovani curatori’, promosso dalla Fondazione Edoardo Garrone e dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Il progetto si pone l’obiettivo di promuovere l’arte contemporanea italiana in ambito internazionale. La selezione dei partecipanti è avvenuta tramite il contatto con le migliori scuole internazionali per curatori: il Royal College of Art – Curating Contemporary Art MA (London); il Bard College Center for Curatorial Studies (New York); il Curatorial Training Programme De Appel (Amsterdam); la Konstfack Academy (Stokholm); l’Independent Study Program Withney Museum (New York); il Goldsmith’s College (London); il California College of the Art – MA in Curatorial Practice (San Francisco) e l’Ecole du Magasin di Grenoble.

Teatro del sogno

Chagall (Fonte Uff. stampa mostra)25.09.2010 - 09.11.2011
Perugia, dal 25 settembre al 9 gennaio – l’arte di Chagall e Fellini ripercorsa attraverso il tema del sogno, tra arte figurativa e cinema. Il percorso espositivo della Mostra ‘Teatro del sogno’ intreccia il Simbolismo di inizio Novecento con l'arte contemporanea, i diversi "surrealismi" con alcune delle più suggestive espressioni del cinema. Alcuni dei più rappresentativi esponenti del movimento surrealista insieme agli artisti che nel cuore del Novecento si sono misurati con il mondo dell'inconscio - Marc Chagall innanzitutto e poi Salvador Dalì, Giorgio de Chirico - dialogano con le prime esperienze visionarie legate al sogno, presenti in mostra con opere di Umberto Boccioni, Arnold Bõcklin, Paul Klee, Particolarmente rappresentativa è la presenza di Chagall, di cui sono esposte 6 opere di grande impatto e qualità pittorica, interpretando così, insieme a Fellini uno dei ruoli principali nel Teatro del Sogno che Luca Beatrice mette in scena a Perugia, tra arti figurative e cinema.

‘La Pietra e il Leone’

‘La Pietra e il Leone’ mostra Vicenza (Fonte uff. stampa mostra)05.06.2010 -
10.10.2010

Vicenza, dal 5 giugno al 10 ottobre - Una preziosa mostra per scoprire una straordinaria collezione di icone russe in occidente esposte nel Palazzo Leoni Montanari. La Pietra e il Leone’ mostra Vicenza L’esposizione propone un percorso di conoscenza attraverso l'iconografia russa, rappresentata dalla Collezione Intesa Sanpaolo, la più importante in Occidente con 500 opere dal '200 al '900, di cui 130 stabilmente esposte. A questo corpus si sono affiancate 12 icone ed alcuni pannelli illustrativi quali focus del tema proposto. Insieme alle icone e alla mostra temporanea dedicata ai santi Pietro e Marco, le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari propongono un'altra preziosa collezione di Intesa Sanpaolo, quella della pittura veneta del '700 con la celeberrima serie di dipinti di Longhi, Canaletto e Guardi.

Burri e Fontana a Brera

Burri e Fontana a Brera (Fonte Uff. stampa mostra)16.06.2010 -
03.10.2010

Milano, dal 16 giugno al 3 ottobre - I capolavori della Pinacoteca e le opere dei due maestri del '900 per la prima volta a confronto.  All'allestimento permanente della Pinacoteca di Brera, vengono affiancate alcune importanti opere dei due maestri del XX secolo, tutte di proprietà della Fondazione Palazzo Albizzini (Collezione Burri di Città di Castello) e della Fondazione Lucio Fontana di Milano. Una mostra unica che affascinerà i visitatori grazie ad un vivace e ricco dialogo di confronti, avvicinamenti, opposizioni e contrasti che trasformano l'itinerario del museo arricchendolo di contenuti visivi e spunti di riflessione

Leonardo da Vinci, il genio e le invenzioni

Il carro armato di Leonardo da Vinci (fonte mostradileonardo.com)

Lazio Roma
30.04.2010 - 30.04.2011
A Roma dal 30 aprile sino ad Aprile 2011 – a Palazzo della Cancelleria, le macchine di Leonardo prendono vita e si mostrano in tutto il loro splendore Sono oltre cinquanta le macchine inventate dal genio di Leonardo da Vinci che saranno esposte a Roma per un anno: c’è la macchina per il volo, anticipatrice del paracadute, la “bicicletta”, una sega idraulica e tantissime altre.
Tutte le opere, fedelissime riproduzioni dei disegni dell’inventore italiano, sono perfettamente funzionanti. I visitatori potranno toccarle e provarle, così da ottenere un’intensa esperienza percettiva diretta.
Le macchine sono suddivise in 5 categorie. Accanto ai 4 elementi essenziali della vita - acqua, aria, terra e fuoco - si aggiunge la categoria “Elementi macchinali” o Meccanismi, come la trasformazione del moto o la vite senza fine.
Attrazione dell’esposizione è certamente il Carro Armato: pesa due tonnellate, ha un diametro di circa sei metri ed è alto tre. Il carro armato è visitabile al suo interno.

Una mostra per ricordare 2mila anni di Vespasiano

L'ingresso del Museo La Castellina di Norcia - Fonte: www.artenorcia.net

Umbria Norcia
03.01.2010 - 31.12.2010
Norcia rende omaggio all'imperatore romano in occasione del bimillenario dalla sua nascita. Un evento frutto di dieci anni di lavoro e ricerche. A Norcia, dal 18 dicembre e per tutto il 2010, è allestita la mostra "Da Curio Dentato ai Vespasii: Nursia e l'ager nursinus dalla praefectura al municipium".
Le comemorazioni si concludono proprio nella città umbra per via delle origini nursine di Vespasia Polla, madre dell'imperatore.
L'esposizione si articola in nove sale del piano superiore del Museo della Castellina di Norcia ed è realizzata con i contributi della Regione Umbria, del B.I.M. di Cascia e altri enti, ma soprattutto è il frutto di dieci anni di studi e ricerca a opera del Circuito Museale Nursino. Si ripercorrono le tappe della romanizzazione del territorio e si comprende il significativo afflusso di benessere seguito alla conquista della regione da parte di Manio Curio Dentato, che portò all'ascesa di famiglie locali come quella, appunto, dei Vespasi.

Per informazioni www.tuttooggi.info - www.valnerinaonline.it

“Caravaggio e Caravaggeschi”

‘Bacco’ Caravaggio (Fonte Uff. stampa evento)

Toscana Firenze
22.05.2010 - 17.10.2010
Firenze, dal 22 maggio al 17 ottobre - alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti e alla Galleria degli Uffizi si terrà la mostra ‘Caravaggio e Caravaggeschi’. In occasione del quarto centenario della morte del Caravaggio sarà in mostra a Firenze, in un percorso che si snoderà da Palazzo Pitti, agli Uffizi a Villa Bardini, una parata, completa ed unica, di capolavori del Caravaggio e dei caravaggeschi che rinnovarono all’inizio del Seicento la pittura e l’iconografia sacra e profana. La presenza in città di importanti artisti come Artemisia Gentileschi, Battistello Caracciolo, Theodor Rombouts, i diretti rapporti con artisti come Gerrit Honthorst, Bartolomeo Manfredi e Jusepe Ribera diedero luogo a un’intensa “stagione” caravaggesca che sedimentò un numero straordinario di dipinti alla corte e nella città che ancora oggi vanta, dopo Roma, la più cospicua raccolta di quadri caravaggeschi al mondo.

Esther Mahlangu regina d’Africa

Esther Mahlangu, Ndebele Abstract, 2010 (Fonte: Uff. Stampa Clp)

Sicilia Sant'Alessio Siculo
16.07.2010 - 06.09.2010
Messina (Sant’Alessio Siculo), dal 16 luglio al 6 settembre – In mostra più di cento dipinti dell’artista sudafricana scelta come testimonial per i Campionati mondiali di calcio Esther Mahlangu, artista sudafricana scelta dalla Fifa quale testimonial ufficiale per i Campionati del Mondo che si terranno quest’estate nel suo paese, esporrà a Sant’Alessio Siculo un centinaio di dipinti di cui una decina hanno come soggetto i Campionati del Mondo di calcio del 2010. I responsabili della Fifa, infatti, hanno commissionato ad Esther Mahlangu tredici dipinti che avessero proprio il calcio come loro tema conduttore e che sono esposti nella sede Fifa di Città del Capo. L’iniziativa, dal titolo “La Regina d’Africa”, è organizzata dalla Fondazione Sarenco e consacra la bravura della pittrice sudafricana. Tra i suoi lavori più significativi la facciata del palazzo della BMW a Washington, la nuova Fiat 500 per la collezione Agnelli e le decorazioni sulle code degli aerei della British Airways.

"Il bacio" di Francesco Hayez in mostra a Trieste

Locandina della mostra Il Bacio. Un capolavoro per l’Italia in programma a Trieste fino al 15 agosto 2010.

Friuli Venezia Giulia
TRIESTE

7.01.2010 - 15.08.2010
Fino al 15 agosto Trieste ospita il dipinto, divenuto il simbolo delle lotte risorgimentali, e altri rari acquerelli dell’artista. Fino al 15 agosto 2010, al Museo Storico del Castello di Miramare di Trieste è in mostra uno dei capolavori dell’arte italiana più famosi nel mondo: Il Bacio di Francesco Hayez.
Preludio dell’atto politico da cui nacque l’Italia, l’opera nella versione del 1861 divenne il simbolo delle lotte risorgimentali, essendo sintesi formale delle istanze patriottiche di Hayez.
Accanto al capolavoro, sono presenti altri tre rari acquerelli dello stesso artista e una copia de Il Bacio nella versione del 1859.
L’esposizione rientra nell’ambito delle iniziative dedicate al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che si concluderanno nel 2011.
Nella seconda parte del 2010 il dipinto, seguendo appunto le tappe che portarono all’unificazione nazionale, verrà esposto a Genova e Palermo e successivamente, nel 2011, a Torino, Firenze e Roma, dove l’iniziativa si concluderà.

Genus Bononiae – Musei nella Città

San Giorgio in Poggiale (Fonte Uff. Stampa Evento)

Emilia Romagna
BOLOGNA

30.06.2010 -
01.08.2010
Bologna – è stato inaugurato dopo sei anni di lavori Genus Bononiae – Musei nella Città, uno dei più straordinari percorsi museali d’Italia e prima ancora un nuovo modo di vivere la cultura, l’arte e la storia.Genus Bononiae – Musei nella Città è un percorso artistico, culturale e museale articolato in edifici nel centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all’uso pubblico: la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale, con un patrimonio librario dal 1500 ad oggi; San Colombano, con la collezione degli strumenti musicali antichi del Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini; la Chiesa di Santa Cristina, sede di concerti; Santa Maria della Vita, dove è collocato il Compianto sul Cristo Morto di Niccolò dell’Arca; Palazzo Pepoli Vecchio, museo innovativo dedicato alla storia della città; Palazzo Fava, affrescato dai Carracci, centro interamente destinato ad eventi ed esposizioni; Casa Saraceni, sede della Fondazione Carisbo ed infine San Michele in Bosco, balcone sulla città ricco di opere d’arte. E’ uno straordinario percorso urbano che racconta la storia, la vita, le arti e i sogni della città, utilizzando le strade di Bologna come corridoi e i palazzi e le chiese come sale, inserendosi nella struttura istituzionale già esistente, così da prevedere un pieno collegamento con altri musei, pinacoteche, realtà culturali, economiche e sociali

 

Lungo il Nilo

Toscana PISA
28.04.2010 - 25.07.2010Khonsu a testa di falco Tebe, Karnak, Bab el-Amara, agosto 1829 (fonte: www.clponline.it)Pisa, dal 28 aprile al 25 luglio - Il fascino dell’antico Egitto in mostra nelle sale di Palazzo Blu.In scena a Palazzo Blu l’esposizione “Lungo il Nilo” che racconta la vicenda dell’archeologo pisano Ippolito Rosellini (1800-1843) attraverso 200 pezzi tra reperti egizi, disegni e manoscritti scelti tra quanto di più significativo Rosellini riportò in Italia, a seguito della Spedizione Franco-Toscana del 1828-1829.
Il percorso espositivo ricalca alcune delle tappe più importanti della impresa attraverso disegni e acquerelli dei pittori della Spedizione, accostati alle note rapide sui taccuini, alle lettere e agli oggetti.
Dopo un’introduzione dedicata alla genesi dell’idea e al tragitto verso l’Egitto, un percorso simbolico da Alessandria fino ad Abu Simbel e alla Seconda Cateratta accompagnerà il visitatore nella sezione centrale della mostra. Da qui inizia il viaggio di ritorno, con la lunga sosta a Tebe, l’antica capitale dell’impero egiziano, che impressionò la Spedizione con le sue inesauribili meraviglie.
Palazzo Blu, via Pietro Toselli 29
Tel. 050.500197

Rubens e i fiamminghi

COMO
27.03.2010 - 25.07.2010
Rubens (Fonte: Uff. Stampa mostra)Como, dal 27 marzo al 25 luglio – nella splendida cornice di Villa Olmo, si potranno ammirare le opere di Rubens e dei fiamminghi. 
Villa Olmo punta per la prima volta i riflettori, dopo sei mostre dedicate ai maestri dell’Ottocento e del Novecento, sull’arte del Seicento e in particolare su un maestro assoluto della luce e del colore come Pieter Paul Rubens, con la prodigiosa forza di seduzione che si sprigiona dalle sue visioni e nutre la straordinaria esperienza dell’epoca d’oro del barocco fiammingo.  La mostra permette di conoscere da vicino i temi caratteristici della pittura di Rubens, come i soggetti sacri, i riferimenti alla storia e al mito, attraverso 25 capolavori provenienti dai più importanti musei del mondo.

La vigna di Dioniso. Vite, vino e culti in Magna Grecia

Puglia TARANTO
09.04.2010 - 20.07.2010
Un pezzo in esposizione (www.beniculturali.it)
Taranto, sino al 20 Luglio – Al “MArTA”, Museo Nazionale Archeologico di Taranto è facile fare un salto nella storia: in mostra vasi attici a figure nere e a figure rosse con soggetti ispirati al mondo di Dioniso. Non solo ceramiche figurate, ma anche terrecotte e monete sono raccolte nell'allestimento della mostra. La figura centrale è Dioniso, i cui diversi aspetti emergono attraverso le immagini riprodotte su vari reperti provenienti da Taranto, Metaponto, Rutigliano, Ceglie del Campo, Egnazia e Montesannace.
L’esposizione inizia con la presentazione della figura del dio, figlio illegittimo di Zeus, che lo aveva ‘partorito’ nascondendolo nella sua coscia (la scena è raffigurata sul famoso cratere del ‘Pittore della nascita di Dioniso’), proseguendo poi con l’illustrazione degli aspetti legati alla coltivazione della vite.
tel.: (+39)0994532112
www.museotaranto.org
email: museoarch.taranto@arti.beniculturali.it

De Chirico, un’odissea di luce e idee

Pianto d’amore, 1974, olio su tela (De Chirico) (Fonte: Fondazione Giorgio e Isa de Chirico – Roma)

Campania Ischia
05.06.2010 - 18.07.2010
Isola d’Ischia, Lacco Ameno, dal 5 giugno al 18 luglio – Arte e Musica si fonderanno in una mostra che avrà come protagonista Giorgio de Chirico. Nell’ambito dell’evento “Arte e musica a Villa Arbusto: dal Barocco storico alla Metafisica barocca di Giorgio de Chirico”, il Complesso Museale di Villa Arbusto ospiterà un’importante mostra di dipinti e sculture del celebre artista. All’interno della Villetta detta Gingerò, saranno esposte ben 33 opere di cui 5 sculture e 28 quadri della collezione Fondazione Giorgio e Isa de Chirico. Il titolo dell’esposizione, “De Chirico all’orizzonte. Un’odissea di luce e idee”, approfondisce il rapporto dell’artista con la cultura greca, in particolare quella omerica e con il Mediterraneo costellato di isole e di rive rocciose, di viaggi e di scoperte, grande bacino di storia e cultura che ha esercitato un ruolo decisivo nella formazione e nell'evoluzione spirituale e materiale del pittore.
Complesso Museale di Villa Arbusto – Lacco Ameno- Ischia (Na)
Orari: tutti i giorni ore 10:00-20:00 / lunedì chiuso
Info e Prenotazioni: Complesso Museale di Villa Arbusto
Tel. fax 081.3330288 / 081.996103
email: pithecusae@libero.it

L’accelerazione nella società contemporanea

Toscana Firenze
14.05.2010 - 18.07.2010
Michael Sailstorfer, Zeit ist keine Autobahn, 2006Firenze, dal 14 maggio al 18 luglio 2010 – A Palazzo Strozzi in programma la mostra “As Soon as possible” . Un’esposizione sui grandi temi dell’accelerazione moderna.
Dieci artisti internazionali come Tamy Ben-Tor, Marnix de Nijs, Mark Formanek, Marzia Migliora, Julius Popp, Reynold Reynolds, Jens Risch, Michael Sailstorfer, Arcangelo Sassolino e Fiete Stolte affronteranno in una grande esposizione a Palazzo Strozzi la tematica del tempo all’interno della “high speed society”, l’attuale modello di vita caratterizzato dalla rapidità di comunicazione delle nuove tecnologie.
Le opere degli artisti selezionati sono espressioni sintomatiche di questa condizione del mondo presente. Ciascuno di essi è stato scelto secondo la propria diversa modalità di affrontare le tematiche del tempo, della velocità, dell’accelerazione o di una reazione a tutto ciò. La mostra creerà un percorso capace di coinvolgere gli spettatori in esperienze spazio-temporali che metteranno in evidenza le contraddizioni della nostra società ‘iper-veloce’. Accompagna l’esposizione un catalogo bilingue (italiano-inglese) che presenterà un approfondimento sui temi della mostra con testi di Hartmut Rosa, docente di Sociologia all'Università di Iena, sulla nozione di accelerazione sociale e sul tempo come risorsa primaria, Andrea Ferrara, professore di Cosmologia alla Scuola Normale Superiore di Pisa sul tempo e la sua relatività nel contesto dell’astrofisica, Alessandro Ludovico, critico e direttore della rivista Neural, dedicata alla cultura digitale, sul concetto di tempo e di accelerazione in una società sempre più virtuale, Zygmunt Bauman, sociologo, filosofo e professore dell'Università di Leeds sulla nozione di vita e modernità liquida, e Sandra Bonfiglioli, docente al Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano sulla nascita di progetti urbanistici legati alle strutture temporali delle città. www.palazzostrozzi.org
tel. 055 2645155

Giorgio De Chirico a Palazzo Strozzi

Toscana Firenze
26.02.2010 - 18.07.2010
Un dipinto in mostra (fonte fondazione palazzo strozzi)Dal 26 febbraio al 18 luglio 2010 a Palazzo Strozzi a Firenze una grande mostra sull’avventura artistica di Giorgio De Chirico. Una mostra che racconta la grandezza di Giorgio De Chirico e coglie negli artisti del 1900 l’eredità che l’artista ha lasciato: nelle sale dello storico palazzo del centro fiorentino è ricostruito il viaggio nell’arte di De Chirico, una sorta di esplorazione dell’influenza che la sua pittura ebbe nell’arte moderna e su pittori come Carrà e Morandi, Max Ernst, Magritte e Balthus.
Fu una vera e propria “rivoluzione copernicana” quella che De Chirico fece sull’arte del Ventesimo secolo, aprendo la strada ai movimenti più interessanti del panorama europeo del periodo fra le due guerre: Dadaismo, Surrealismo, Realismo Magico e Neo-Romanticismo.
Le 100 opere esposte provengono da esclusive raccolte private e da alcuni dei più importanti musei del mondo. Si potranno ammirare alcune tra le più celebri opere del periodo metafisico di De Chirico, dipinti di Carrà e Morandi, capolavori di René Magritte, Max Ernst e Balthus.
E poi quadri alcune opere significative per l’influenza espressiva che ricevettero da De Chirico di artisti come Niklaus Stoecklin, Arturo Nathan, Pierre Roy e Alberto Savinio.
www.palazzostrozzi.org;

L’Età della Conquista. Il fascino dell’arte greca a Roma

invitoData Inizio:13 marzo 2010
Data Fine: 05 settembre 2010
Costo del biglietto: 11,00 euro
Luogo: Roma, Musei Capitolini
Orario: tutti i giorni tranne il lunedì 09.00 - 20.00
Telefono: 06 82059127
Sito Web:
http://www.museicapitolini.org/ Nella rassegna, primo appuntamento del programma quinquennale I Giorni di Roma, saranno esposte opere di un periodo tra i più innovativi ed originali per l’intero sviluppo dell’arte occidentale: quello successivo alle campagne di conquista in Grecia, dalla fine del III secolo alla seconda metà del I a.C, uno dei momenti fondamentali per la futura identità culturale e artistica romana, non solo dell’età repubblicana.

Attraverso la visione di imponenti statue in marmo, raffinate opere in bronzo e terracotta, interi cicli scultorei, fregi ed elementi di arredo domestico in bronzo e argento, del più alto valore stilistico, verrà narrata un’epoca di profondi cambiamenti nei canoni stilistici e sul gusto estetico della Roma antica. Un periodo in cui l’influenza ellenica diventa preponderante fino a coinvolgere completamente il mondo culturale romano. ................................................

 

IL NUOVO DOPO LA MACCHIA

IL NUOVO DOPO LA MACCHIADal:  16 giugno 2009  
Fino al:  18 gennaio 2010

Un interessante itinerario espositivo per dare visibilità a quegli artisti che diedero vita in Toscana al movimento del Naturalismo, affermatosi nella seconda meta del diciannovesimo secolo. Nato per uscire dalle imposizioni dettate dai Macchiaioli, il movimento raccolse i nuovi giovani artisti toscani che si dedicarono, con approccio assolutamente innovativo, all'analisi del repertorio naturalistico, della luce solare e dell'ambiente della civiltà contemporanea.
 Montecatini-Terme Terme Tamerici_
http://www.macchiaioli-montecatini.com 

CAPOLAVORI DELLA MODERNITA'. LA COLLEZIONE DEL KUNSTMUSEUM WINTERTHUR

CAPOLAVORI DELLA MODERNITA'. LA COLLEZIONE DEL KUNSTMUSEUM WINTERTHURDal:  19 settembre 2009  
Fino al:  10 gennaio 2010

Una carrellata di artisti, duecentoquaranta opere dalle avanguardie storiche di fine Ottocento fino alla Pop Art per una mostra di grande richiamo al MART di Trento. I più grandi nomi che hanno operato e traghettato fino a noi le evoluzioni nella pittura e nel gusto artistico del mondo occidentale e non solo. Un percorso espositivo ordinato per tematiche cronologiche, quasi a costruire un riassunto vivo della storia dell'arte.
Trento MART
Fonte   http://www.mart.trento.it 

EDWARD HOPPER

EDWARD HOPPERDal:  15 ottobre 2009  
Fino al:  24 gennaio 2010

Maestosa mostra antologica per Edward Hopper, padre del realismo americano, a Palazzo Reale. Più di 160 opere organizzate secondo un percorso cronologico che segue l'evoluzione artistica di Hopper, dal soggiorno parigino fino alle scene iper-realiste dell'american life.
Milano Palazzo Reale
Fonte   http://www.arthemisia.it/ 

TELEMACO SIGNORINI E LA PITTURA IN EUROPA

TELEMACO SIGNORINI E LA PITTURA IN EUROPADal:  19 settembre 2009  
Fino al:  31 gennaio 2010  

Una grande esposizione al Palazzo Zabarella dedicata al pittore toscano Telemaco Signorini. Oltre cento opere, tra i lavori più noti e significativi, mostrano i suoi legami con gli artisti europei e i pittori nostrani appartenenti al gruppo dei macchiaioli. Un percorso espositivo affascinante, un confronto diretto tra i protagonisti della storia dell'arte in Europa negli ultimi decenni dell'Ottocento e il Signorini mirato su assonanza di temi e di tempi, su reciproche frequentazioni e conoscenza
Padova Palazzo Zabarella
Fonte   http://www.palazzozabarella.it 

DA REMBRANDT A GAUGUIN A PICASSO

DA REMBRANDT A GAUGUIN A PICASSODal:  10 ottobre 2009  
Fino al:  14 marzo 2010

Castel Sismondo a Rimini offre una occasione assolutamente unica per poter ammirare dal vivo sessantacinque capolavori della pittura europea, dal Cinquecento al Novecento, provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston attualmente in restauro. La mostra sarà allestita secondo significativi accostamenti suddivisi in sei sezioni: Il sentimento religioso, La nobiltà del ritratto; L'intimità del ritratto; Nature morte, Interni. Il percorso accosterà artisti straordinari e la cultura della loro epoca.
Rimini Castel Sismondo
 http://www.lineadombra.it 

DIVUS VESPASIANUS - IL BIMILLENARIO DEI FLAVI

DIVUS VESPASIANUS - IL BIMILLENARIO DEI FLAVIDal:  26 marzo 2009  
Fino al:  10 gennaio 2010

Il bimillenario della nascita dell'Imperatore Vespasiano, data importante per Roma e la sua storia, è occasione per una stagione di iniziative culturali di grande rilievo. La mostra che racconta le gesta della dinastia Flavia con Vespasiano, il primogenito Tito ed il figlio minore Domiziano, comincia dal Colosseo e prosegue nelle aree archeologiche del Foro Romano e del Palatino. Sono evidenziate le capacità di stratega militare di Vespasiano, ma anche le sue capacità politiche ed il suo spirito di innovazione che permise alla città di cambiare radicalmente il proprio volto architettonico
Roma Colosseo-Foro Romano-Palatino
http://www.pierreci.it 

PUNTA DELLA DOGANA

PUNTA DELLA DOGANA

Apre al pubblico il grandioso spazio di Punta della Dogana, dependance di Palazzo Grassi per l'arte contemporanea. Affacciato sulla laguna l'ex edificio industriale seicentesco, ricco di storia e posizionato in un luogo magico è stato magistralmente restaurato senza che i modernissimi interventi di recupero e conservazione abbiano snaturato la struttura originale. Punta della Dogana crea un nuovo grande Polo museale insieme a Palazzo Grassi e accrescerà l'offerta culturale della città di Venezia dando vita al più incredibile "miglio dell'Arte" su Canal Grande.
Venezia Punta della Dogana
http://www.palazzograssi.it 

SUPER - SENTIERI NEOBAROCCHI TRA ARTE E DESIGN

SUPER - SENTIERI NEOBAROCCHI TRA ARTE E DESIGNDal:  01 maggio 2009  Fino al:  31 dicembre 2009

La manifestazione presenta eventi espositivi e performativi con l'intento di proporre itinerari culturali inediti per la riscoperta del territorio salentino, delle sue bellezze architettoniche barocche, attraverso la visione dell'arte contemporanea e del design.
Lecce ex Chiesa di San Francesco della Scarpa
Fonte   http://www.teatrokoreja.it 

OTTO HOFMANN. LA POETICA DEL BAUHAUS

OTTO HOFMANN. LA POETICA DEL BAUHAUSARTE E MOSTRE
Dal:  16 ottobre 2009  Fino al:  14 gennaio 2010
 

In omaggio all'artista che aveva scelto la Liguria come luogo per vivere e lavorare, Genova dedica una grande retrospettiva ad Otto Hofmann che non fu solo pittore, ma anche ceramista ed incisore. Formatosi alla scuola del Bauhaus, sotto l'influenza di Klee e Kandisky, ebbe numerosi contatti con esponenti delle grandi avanguardie europee fino alla nascita della sua personale arte astratta che comprende figure geometriche e richiami alla natura. L'esposizione prevede una esaustiva lettura dell'opera dell'artista e del suo percorso storico e creativo dagli anni 20 agli anni 90.
Luogo:   Genova Palazzo Ducale
Fonte   http://www.palazzoducale.genova.it 

SPLASH BUILDING

Dal:  31 luglio 2009  Fino al:  03 novembre 2009

Scolacium, uno dei più importanti siti archeologici del Sud, ospita fino a novembre la land art di Dennis Oppenheim. Le installazioni dell'artista americano che compongono "SplashBuilding" danno vita alla quarta rassegna "Intersezioni" che quest'anno si sdoppia e per la prima volta coinvolge anche il Museo MARCA di Catanzaro. Dopo un attento sopralluogo al Parco Archeologico, Oppeheim ha realizzato 20 grandi opere dalla forte carica visionaria che sviluppano una nuova percezione dello spazio fisico e psicologico, in un percorso che attraversa scienza e fantascienza.
Luogo:   Borgia Parco Archeologico Scolacium
Fonte   http://www.studioesseci.net/ 

ARIENTI. ARTE IN-PERCETTIBILE

ARIENTI. ARTE IN-PERCETTIBILEDal:  09 settembre 2009  Fino al:  06 gennaio 2010 Quindici grandi installazioni, alcune realizzate appositamente per questa esposizione, ridisegnano il percorso delle sontuose sale del Palazzo Gonzaga di Mantova. Per l'artista che si muove tra arte povera, concettuale e altre influenze, i materiali più semplici si trasformano in elaborati imprevedibili pieni di fascino ed emozionalità.
Luogo:   Mantova Palazzo Ducale
Fonte   www.mantovaducale.beniculturali.it/ 

BIENNALE ARTE

BIENNALE ARTEDal:  07 giugno 2009  Fino al:  22 novembre 2009
La 53a Esposizione Internazionale d'Arte si intitolerà "Fare Mondi" e vedrà il rinnovamento degli spazi espositivi grazie all'apertura di un nuovo ponte che collegherà l'Arsenale alla città; l'ex Padiglione Italiano all'Arsenale si trasformerà nel nuovo "Padiglione Italia", mentre il Padiglione Italia ai Giardini sarà trasformato nel Palazzo delle Esposizioni della Biennale.
Venezia Gardini - Arsenale
http://www.labiennale.org

FUTURISMO 100. ILLUMINAZIONI. AVANGUARDIE A CONFRONTO: ITALIA-GERMANIA-RUSSIA

FUTURISMO 100. ILLUMINAZIONI. AVANGUARDIE A CONFRONTO: ITALIA-GERMANIA-RUSSIA
Dal:  17 gennaio 2009  
Fino al:  07 giugno 2009
La mostra costituisce uno degli eventi più importanti dedicati al centenario del Manifesto Futurista. Propone una rilettura inedita del movimento grazie alla messa a confronto di artisti italiani, russi e tedeschi. La rassegna di opere fa parte di un articolato progetto espositivo di cui Rovereto rappresenta il primo appuntamento cui seguiranno le tappe di Venezia e Milano, rispettivamente con Astrazioni e Simultaneità, in omaggio anche alle città cui la storia del Futurismo è strettamente connessa
Rovereto Mart
http://www.mart.trento.it 

GIOTTO

GIOTTODal:  06 marzo 2009  
Fino al:  28 giugno 2009

Artista simbolo dell'intero Medioevo occidentale Giotto fu famoso anche tra i suoi contemporanei. Le novità formali da lui introdotte in campo artistico determinarono un distacco dalla tradizione figurativa bizantina tipica dell'arte italiana del Duecento. La mostra propone una ricostruzione analitica della situazione artistica italiana tra l'ultimo quarto del XIII secolo e la prima metà del XIV gli spostamenti dell'artista lungo la Penisola analizzando le sue soluzioni
Luogo:   Roma Complesso del Vittoriano

CY TWOMBLY

CY TWOMBLYDal:  05 marzo 2009  Fino al:  24 maggio 2009
La Gnam rende omaggio a Cy Twombly, artista considerato uno tra i maggiori pittori viventi. La mostra comprende circa 100 opere e, pur essendo una retrospettiva dagli anni '50 ad oggi, è focalizzata sulle grandi tele che compongono le serie dei cicli del dopoguerra fino alla serie delle Quattro Stagioni per concludere con i dipinti di Bacchus. Un evento per festeggiare gli ottant'anni di Twombly che da tempo ha scelto Roma e il Mediterraneo come patria adottivLuogo:   Roma GNAM
Fonte   http://www.gnam.beniculturali.it a.

OTIUM LUDENS

OTIUM LUDENSDal:  14 marzo 2009 
 Fino al:  04 ottobre 2009

Il percorso archeologico di "Otium Ludens" ricostruisce l'arte di vivere nelle ville romane di Stabiae Antica, cittadina vesuviana coinvolta dall'eruzione del 79 d.C. Sono presenti duecento reperti tra affreschi, stucchi ed oggetti molti dei quali esposti per la prima volta al pubblico. La mostra di Ravenna rappresenta l'unico appuntamento italiano di un eccezionale tour espositivo internazionale che prevede tappe a Sanpietroburgo e Hong Kong.
Luogo:   Ravenna Complesso di San Nicolò
Fonte   http://www.otiumludens.com 

ALESSANDRO MENDINI - DALL'INFINITESIMO ALL'INFINITO

ALESSANDRO MENDINI - DALL'INFINITESIMO ALL'INFINITODal:  09 aprile 2009  
Fino al:  05 luglio 2009

Una mostra antologica della straordinaria e fantasiosa produzione di Alessandro Mendini, architetto ma anche scultore, designer e creatore contemporaneo. Un percorso diviso in settori, espone cinquant'anni di oggetti di design che hanno fatto parte quotidianità di ognuno, e che proprio per questo hanno la capacità di stimolare nel pubblico un rapporto affettivo diretto con l'opera dell'artista.
Luogo:   Roma Museo dell'Ara Pacis
Fonte   http://www.arapacis.it 

ALEX KATZ - REFLECTIONS

ALEX KATZ - REFLECTIONSDal:  05 aprile 2009  
Fino al:  27 settembre 2009

MARCA, il grande museo di arte moderna e contemporanea di Catanzaro e della Calabria, ospita una mostra dedicata all'artista americano Alex Katz. Figura emersa già nella metà degli anni Cinquanta, si è imposto al panorama dell'arte internazionale negli ultimi decenni con la sua pittura fredda e bidimensionale, semplice e complessa allo stesso tempo. In esposizione gli ultimi anni di produzione di Katz con lavori inediti, di grandi dimensioni oltre i sei metri di lunghezza. Maggiori informazioni al numero del museo 0961 746797.Luogo:   Catanzaro MARCA

MAGGIO DEI MONUMENTI

MAGGIO DEI MONUMENTI Dal:  01 maggio 2009  Fino al:  02 giugno 2009  

Quindicesimo edizione per l'appuntamento Maggio dei Monumenti. Il tema conduttore di quest'anno è ispirato al "viaggio nella storia". Nei fine settimana dal 1 maggio al 2 giugno Napoli sarà al centro di manifestazioni culturali ed eventi ad alto contenuto artistico. Monumenti e collezioni private, che normalmente restano chiusi durante l'anno saranno apLuogo:   Napoli 
Fonte   http://www.comune.napoli.it erti al pubblico.

EGITTO. TESORI SOMMERSI

EGITTO. TESORI SOMMERSI

Dal:  07 febbraio 2009  Fino al:  31 maggio 2009 Unica tappa italiana della mostra che espone oltre 500 reperti archeologici provenienti da Alessandria, Heracleion e Canopo, gli antichi siti della zona del Delta del Nilo sprofondati in mare nei primi secoli dell'era cristiana. Statue, monete, gioielli ma anche oggetti di uso quotidiano raccontano 15 secoli di storia di quell'antico Egitto che fu a contatto con il Mediterraneo e con le civiltà greca, romana e bizantina prima della conquista araba. La mostra si avvale dello scenografico allestimento di Robert Wilson e delle ambientazioni sonore di Laurie Anderson.
Luogo:   Torino La Venaria
Fonte   http://www.egitto-tesori-sommersi.it  

RAFFAELLO E URBINO

RAFFAELLO E URBINODal:  04 aprile 2009  
Fino al:  12 giugno 2009
Urbino dedica al suo più grande artista una mostra straordinaria allestita negli ambienti di Palazzo Ducale. Venti dipinti e diciannove disegni originali del periodo giovanile di Raffaello, messi in rapporto con la pittura del padre Giovanni Santi e di altri artisti che influenzarono la sua formazione. Evento irripetibile grazie ai contributi concessi da il Prado, il Louvre, la National Gallery di Londra, la Getty Museum di Los Angeles, la National Gallery di Washington, i musei di Lisbona, Berlino, Monaco, Francoforte, Vienna, Budapest, Gli Uffizi, le Gallerie dell'Accademia di Venezia, la Pinacoteca di Brera, il Poldi Pezzoli, il Museo di Capodimonte ed altri ancora.
Luogo:   Urbino Palazzo Ducale
Fonte   http://www.raffaelloeurbino.it 

BEATO ANGELICO. L'ALBA DEL RINASCIMENTO

Dal:  08 aprile 2009  
Fino al:  05 luglio 2009

Una straordinaria mostra, forse la più completa dedicata al Beato Angelico negli ultimi anni, a conclusione delle celebrazioni per il 550° anniversario dalla sua morte. Preziose opere provenienti dai più importanti musei italiani e stranieri, alcune delle quali mai esposte in passato, documentano l'opera del frate pittore, massimo artista italiano tra Masaccio e Piero della Francesca che traghettò l'arte italiana nel passaggio dal Medioevo al primo Rinascimento.
Luogo:   Roma Musei Capitolini-Palazzo Caffarelli
Fonte   http://www.museicapitolini.org 

"Il futuro di Galileo"

Dal 28 febbraio al 14 giugno 2009
Apre a Padova una mostra per celebrare il IV centenario del cannocchiale, a partire dall'opera stessa di Galileo e attraverso esempi eclatanti dei secoli successivi.
Decisamente interattiva l'esposizione propone esperimenti, simulazioni multimediali, nonchè preziosi strumenti scientifici antichi e affascinanti strumenti moderni; proponendo diversi livelli di lettura e molteplici modalità di fruizione.
La mostra fa parte delle iniziative in programma per l'anno internazionale dell'astronomia, che viene celebrato in tutta Italia con diversi appuntamenti: programma eventi nel Veneto.
L'evento è promosso dal Settore Attività Culturali del Comune di Padova ed è curato da Giulio Peruzzi e Sofia Talas.
Per approfondimenti:

http://padovacultura.padovanet.it
www.ilfuturodigalileo.it

Herbert Hamak. Anima ed esattezza

dal 14 marzo 2009
1al 4 maggio 2009

Herbert Hamak presenta alla Galleria d'Arte 2000 & NOVECENTO di Reggio Emilia la sua ultima produzione, tra cui alcuni interessanti inediti, che possiamo anche considerare site-specific dedicati a questo spazio.
Potremmo vedere queste opere tridimensionali di Hamak - pensiamo a "Ultramarineblau dunkel", "Marienglas" - come delle piccole architetture, che costruiscono un contesto astratto ed immateriale, fatte di stratificazioni di pigmenti e resina moltiplicabili all'infinito.
Queste sculture, o bassorilievi, che partono dalla forma del quadrato, o del "quadrato-lungo" (rettangolo), ci regalano sensazioni metafisiche, quasi che l'artista, lavorando sui limiti del colore e della forma, della materia e dei volumi, non volesse rinunciare a tutte le infinite possibilità che riesce a regalare allo spettatore.
Le sculture, che in questo caso non sono certo lontane dalla pittura, sono per Hamak un "mondo", dove le icone si coagulano, i fluidi cromatici si solidificano, e le luci che provengono dall'interno si ispessiscono, senza escludere, senza diminuire, gli altri aspetti del loro essere materia trasparente ma assoluta.
Galleria d'Arte 2000 & NOVECENTO
Reggio Emilia

 

I DELLA ROBBIA

I DELLA ROBBIA

Dal:  21 febbraio 2009  
Fino al:  07 giugno 2009
Arezzo ospiterà una mostra il cui oggetto è legato ad un'arte fortemente connessa con il territorio. I Della Robbia infatti, con le loro terrecotte invetriate, hanno lasciato testimonianza della loro produzione nelle chiese, nei palazzi e nelle architetture delle città toscane. Il percorso espositivo, presenta circa 140 pezzi di cui alcuni inediti al pubblico, e parte dalle opere di Luca Della Robbia considerato come un innovatore della sua epoca, capace di far convergere varie forme d'arte in una formula espressiva nuova e autonoma, espressione di una maestria insuperata nel campo Luogo:   Arezzo Museo Statale d'Arte Medievale e Moderna
Fonte   http://www.mostradellarobbia.it 

MOSTRA SUL GUERCINO – DAL 21 MARZO AL 26 APRILE

DAL 21 MARZO
AL 26 APRILE
Una mostra dedicata al Guercino, già ospitata all'Istituto di cultura italiana di NY, di 28 opere provenienti da Cento, suo luogo natale. Si tratta di opere giovanili, in cui l'indiscussa autografia dell'artista come esecutore e inventore si accompagna con evidenza all'attività di una sua personale bottega, che egli, già in così giovane età, fu in grado di radunare attorno a sé. La mostra
sarà integrata da proposte di itinerari alla scoperta delle opere dell'artista presenti nel territorio centese e bolognese. Per informazioni:
Luogo:  Bologna
www.guercinoexibition.it

ITALICS. ARTE ITALIANA FRA TRADIZIONE E RIVOLUZIONE

ITALICS. ARTE ITALIANA FRA TRADIZIONE E RIVOLUZIONE Fino al:  02 marzo 2009
Una mostra antologica delle più importanti opere prodotte da artisti italiani dal 1968 ad oggi. Centosette artisti più di duecento lavori. Generazioni a confronto in un percorso tematico e non cronologico. Il titolo della mostra allude al superamento di una tradizione e auspica una rassegna in grado di ispirare idee nuove e conquistare un pubblico che non ha ancora familiarità con l’arte contemporanea.
Luogo:   VENEZIA
Fonte   http://www.palazzograssi.it

PEGGY GUGGENHEIM E LA NUOVA PITTURA AMERICANA

PEGGY GUGGENHEIM E LA NUOVA PITTURA AMERICANA

Dal:  21 novembre 2008  
Fino al:  01 marzo 2009
La mostra esposta nello spazio ARCA, nella Chiesa di San Marco a Vercelli, si articola intorno alla figura di Jackson Pollock con quattordici opere raramente esposte data l’estrema fragilità dei suoi lavori, e quella di Mark Rothko con alcuni preziosi dipinti di Rotko degli anni ’40. Tutte le opere provengono da importanti collezioni private ed il percorso espositivo si arricchisce dei lavori di Franz Kline, Robert Motherwell, Arshile Gorky, Willem de Kooning, Sam Francis, Hans Hofmann.
Luogo:   VERCELLI
Fonte   http://www.torinopiupiemonte.com/

AKHENATON FARAONE DEL SOLE

AKHENATON FARAONE DEL SOLEDal:  27 febbraio 2009  Fino al:  14 giugno 2009 Una mostra dedicata all’Egitto nell’epoca tra i regni di Amenofi III e Ramesse II, e alla figura di Akhenaton, il Faraone eretico che volle introdurre il culto del dio Aton sostituendolo ad Arnon. I capolavori esposti, unitamente alla lettura scientifica aggiornata del periodo, fanno di questa mostra un evento irripitebile.
Luogo:   TORINO
Fonte   http://www.palazzobricherasio.it

L’ARTISTA VIAGGIATORE. DA GAUGUIN A KLEE, DA MATISSE A ONTANI

L’ARTISTA VIAGGIATORE. DA GAUGUIN A KLEE, DA MATISSE A ONTANIDal:  22 febbraio 2009  
Fino al:  21 giugno 2009

La mostra presenta una selezione dei lavori di quattro artisti, tra i più significativi che hanno vissuto fuori dall’Europa e che hanno viaggiato e visitato i quattro continenti. Il percorso espositivo parte con il realismo ottocentesco fino al post-impressionismo, per arrivare alla prima metà del XX secolo con l’espressionismo, il surrealismo e l’astrazione degli anni ’50 e accosta alle opere materiale etnografico ed artistico dei luoghi rappresentati, così come reportages fotografici storici
Luogo:   RAVENNA
Fonte   http://www.turismo.ravenna.it

ERNESTO NETO

ERNESTO NETOFino al:  28 febbraio 2009
Il progetto che Neto ha realizzato appositamente per MACRO HALL, è una grande installazione che occupa la galleria vetrata del Museo, come una sorta di architettura fluttuante, dalle forme organiche e floreali, che invita il pubblico ad attraversarla. La scultura in lycra, agganciata alle capriate in ferro della copertura in vetro della galleria, arriva sospesa fino a circa un metro da terra e contiene 5 spezie macinate: il pepe, il cumino, i chiodi di garofano, lo zenzero, la curcuma.
Luogo:   ROMA
Fonte   http://www.macro.roma.museum

CREATIVITA’ A COLORI

CREATIVITA’ A COLORIDal:  01 settembre 2008  
Fino al:  31 agosto 2009

La mostra, allestita per la riapertura del Museo, si ispira alle cromie che da sempre hanno caratterizzato le linee e il design delle creazioni dello stilista. Il colore e la forma, sono stati per Ferragamo i segni distintivi del suo estro e della sua ricerca. Una ricerca volta a sperimentare sempre nuove tecnologie applicate alla scarpa, che da accessorio si trasforma in oggetto di espressione artistica. Il Museo ospita inoltre fino al 31 marzo, gli abiti e le scarpe realizzati per il film “Australia”.
Luogo:   FIRENZE
Fonte   http://www.ferragamo.com

DARWIN 1809-2009

DARWIN 1809-2009Dal:  12 febbraio 2009  
al:  03 maggio 2009
E’ la più ampia mostra dedicata al naturalista inglese che tenne riservate le sue intuizioni per più di due decenni prima di scuotere il mondo con le sue osservazioni. Darwin comprese per primo che le specie sono legate da una parentela genealogica e che la diversità delle forme di vita comparse sulla Terra deriva da processi naturali in atto da milioni di anni. Non soltanto tracciò il processo evolutivo delle specie ma ne delineò una spiegazione coerente anche in relazione all’ambiente naturale e al clima. La teoria dell’evoluzione di Darwin rappresenta il fondamento della biologia moderna ed il suo lavoro ha contribuito a modificare profondamente la visione del mondo naturale e del ruolo che gli uomini occupano in esso.
Luogo:   ROMA
Fonte   http://www.palazzoesposizioni.it

D’IMPROVVISO I MUSEI DI FIRENZE

D’IMPROVVISO I MUSEI DI FIRENZEDal:  20 dicembre 2008  
Fino al:  15 marzo 2009
Una mostra fotografica per raccontare le mutazioni avvenute dal 1850 ad oggi nella fruizione dei musei della città, da contenitori di opere d’arte a luoghi di promozione culturale, da luoghi frequentati da pochi eletti a luoghi di incontro e formazione. Ventidue fotografie di Lucia Baldini dialogano con altrettante immagini simboliche di Firenze tratte dagli archivi storici del Gabinetto Fotografico
Luogo:   FIRENZE
Fonte   http://www.polomuseale.firenze.it

CANOVA. L’IDEALE CLASSICO TRA SCULTURA E PITTURA

CANOVA. L’IDEALE CLASSICO TRA SCULTURA E PITTURADal:  25 gennaio 2009 
Fino al:  21 giugno 2009
L’esposizione attraverso 160 capolavori ripercorre la produzione del Canova mettendo a confronto, per la prima volta, le sue opere con i modelli antichi e i dipinti di autori coevi cui l’artista si è ispirato. La mostra spazia dalla scultura alla pittura proponendo confronti con Raffaello e Tiziano. Il percorso è suddiviso in sezioni dedicate alla musica, alla danza e allo “sculture filosofo” per comprendere meglio la ricerca dell’uomo e dell’artista che ha saputo confrontarsi con la morte
Luogo:   FORLI'
Fonte   http://www.mostracanova.eu

GALILEO. IMMAGINI DELL’UNIVERSO DALL’ANTICHITA’ AL TELESCOPIO

GALILEO. IMMAGINI DELL’UNIVERSO DALL’ANTICHITA’ AL TELESCOPIODal:  13 marzo 2009  
Fino al:  30 agosto 2009
In occasione delle celebrazioni per l’Anno Internazionale dell’Astronomia, Palazzo Strozzi ospita una mostra interamente dedicata a Galileo e alle sue scoperte astronomiche compiute grazie al telescopio. A quattrocento anni dalla prima osservazione dell’Universo, l’Unione Astronomica Internazionale ha indetto una serie di manifestazioni ovunque nel mondo per festeggiare una scienza che ha profondo impatto sulla nostra cultura e le nostre conoscenze sulla vita e la sua evoluzione.
FIRENZE
Fonte   http://www.palazzostrozzi.org

IGNACIO PINAZO IN ITALIA. 1873-1880

IGNACIO PINAZO IN ITALIA. 1873-1880

Dal:  17 dicembre 2008  Fino al:  15 marzo 2009

Per la prima volta in Italia una mostra monografica dedicata al pittore valenzano Ignacio Pinazo Camarlench, riconosciuto oggi come uno dei maggiori artisti spagnoli del XIX secolo. I suoi viaggi in Italia, tra Roma, Napoli e Venezia, costituirono un momento importante nella formazione di un artista che indirizzò la sua ricerca verso una sintesi fra tradizione e innovazione.
ROMA
Fonte   http://www.museoandersen.beniculturali.it

GIULIO CESARE. L’UOMO, LE IMPRESE, IL MITO

 GIULIO CESARE. L’UOMO, LE IMPRESE, IL MITO
 Dal: 23 ottobre 2008
 Fino al: 03 maggio 2009
Il Chiostro del Bramante, apre con la mostra dedicata a Giulio Cesare, un ciclo espositivo dedicato ai grandi nomi della storia romana. Giulio Cesare è stato l’artefice di quello che sarebbe stato il futuro impero romano. Dittatore ma ancora prima grande condottiero, letterato, storico e politico lungimirante, già in vita contribuì a costruire il mito di se stesso. Si dichiarò infatti discendente di Venere, e quindi legato al mito delle origini della città di Roma. La mostra ripercorre la vita del personaggio Cesare fino alla sua morte, e alle sue eco nei secoli successivi. www.chiostrodelbramante.it
 Luogo: Roma (Chiostro del Bramante)

FUTURISMI

 FUTURISMI
 Dal: 29 novembre 2008
 Fino al: 26 aprile 2009
La mostra è dedicata al centenario della nascita del Futurismo. Presenta una ricca selezione di artisti italiani ed il percorso espositivo è stato organizzato al fine di illustrare gli aspetti che hanno caratterizzato il movimento e di capire la distribuzione e la penetrazione delle comunità intellettuali e artistiche dell’epoca nelle diverse regioni italiane.

www.regione.vda.it
 Luogo: Aosta (Centro Saint Benin)

CAPOLAVORI IN CORSO

 CAPOLAVORI IN CORSO
 Dal: 30 novembre 2008
 Fino al: 01 febbraio 2009
La Pinacoteca Tosio Martinengo ospita eccezionalmente, accanto alle sale tradizionalmente destinate all’arte antica, prestigiose opere contemporanee da Fontana a Cattelan, da Burri a Ontani, da Boetti a Kapoor . Alla fine della mostra, la Pinacoteca chiuderà al pubblico per lavoro di restauro.
www.bresciamusei.it
 Luogo: Brescia (Pinacoteca Tosio Martinengo)

DAL PAESAGGIO ALL’IMPRESSIONE. IMPRESSIONISTI E POSTIMPRESSIONISTI

 DAL PAESAGGIO ALL’IMPRESSIONE. IMPRESSIONISTI E POSTIMPRESSIONISTI
 Dal: 19 dicembre 2008
 Fino al: 29 marzo 2009Una ricca rassegna sullo sviluppo della cultura figurativa italiana tra il XIX e il XX secolo testimonia la dimensione europea della produzione artistica italiana dell’epoca. Più di ottanta opere che consentono di tracciare un percorso del clima culturale italiano contemporaneo testimoniando il trapasso dal paesaggio all’impressione.
www.eptcaserta.it
 Luogo: Reggia di Caserta

L’ANGELICO RITROVATO. STUDI E RICERCHE PER LA PALA DI SAN MARCO

 L’ANGELICO RITROVATO. STUDI E RICERCHE PER LA PALA DI SAN MARCO
 Dal: 20 dicembre 2008
 Fino al: 08 marzo 2009
La mostra presenta al pubblico l’importante ritrovamento avvenuto in Inghilterra di due dipinti del Beato Angelico e acquisiti recentemente al patrimonio artistico italiano. I dipinti, provengono con molta probabilità dai pilastri, andati smembrati nell’Ottocento, della Pala dipinta dall’Angelico per l’altare maggiore della Chiesa di San Marco a Firenze commissionata da Cosimo de’ Medici. L’esposizione è accompagnata da ricostruzioni virtuali dell’ipotetico assetto originale della Pala.
www.polomuseale.firenze.it
 Luogo: Firenze (Museo di San Marco)

MIKE KELLEY. EDUCATIONAL COMPLEX ONWARDS 1995-2008

 MIKE KELLEY. EDUCATIONAL COMPLEX ONWARDS 1995-2008
 Dal: 16 gennaio 2009
 Fino al: 19 aprile 2009Il Museion di Bolzano ospita la prima grande mostra monografica dell’artista, mai organizzata in Italia. Kelley è attualmente uno dei protagonisti indiscussi dell’arte contemporanea internazionale, e tra i più significativi della West Coast attivo come artista visuale, performer e musicista. L’esposizione ruota attorno ad una installazione del 1995 e sulle sue successive evoluzioni e rappresenta il lato più poetico ed emozionale della produzione di Mike Kelley.
www.museion.it
 Luogo: Bolzano

FUTURISMO 100. ILLUMINAZIONI. AVANGUARDIE A CONFRONTO: ITALIA-GERMANIA-RUSSIA

 FUTURISMO 100. ILLUMINAZIONI. AVANGUARDIE A CONFRONTO: ITALIA-GERMANIA-RUSSIA
 Dal: 17 gennaio 2009
 Fino al: 07 giugno 2009
La mostra costituisce uno degli eventi più importanti dedicati al centenario del Manifesto Futurista. Propone una rilettura inedita del movimento grazie alla messa a confronto di artisti italiani, russi e tedeschi. La rassegna di opere fa parte di un articolato progetto espositivo di cui Rovereto rappresenta il primo appuntamento cui seguiranno le tappe di Venezia e Milano, rispettivamente con Astrazioni e Simultaneità, in omaggio anche alle città cui la storia del Futurismo è strettamente connessa.
www.mart.trento.it
 Luogo: Rovereto (Mart)

MARTINAZZI. MENSURA, NUMERO ET PONDERE

 MARTINAZZI. MENSURA, NUMERO ET PONDERE
 Dal: 20 gennaio 2009
 Fino al: 01 marzo 2009
Il Museo degli Argenti, ospita una mostra delle opere dell’artista Bruno Martinazzi. I suoi gioielli sono sculture che contengono il senso della bellezza. Le sue prime creazioni appaiono tempestate di pietre preziose, ma nel corso del tempo la sua ricerca diventa più ascetica e rigorosa lasciando spazio alle linee pure, il metallo appare nudo,a tratti lucidato o spazzolato e solo ad una attenta osservazione si riescono a cogliere le nuance di colore dell’oro o l’accostamento dell’argento e di altri materiali.
www.polomuseale.firenze.it
 Luogo: Firenze (Museo degli Argenti Palazzo Pitti)

GIORGIO MORANDI 1890-1964

 GIORGIO MORANDI 1890-1964
 Dal: 22 gennaio 2009
 Fino al: 13 aprile 2009
Una mostra dedicata alla vastissima opera di uno dei più importanti artisti italiani del Novecento la cui produzione, iniziata nel 1910, è proseguita ininterrotta fino al 1964 con oltre 1700 opere a noi pervenute. Morandi ha alternato alla pittura l’attività di incisore, campo nel quale ha saputo distinguersi con maestria e talento. Un artista che pur non amando viaggiare, ha saputo rinnovare costantemente il linguaggio poetico ed il suo sguardo sulla quotidianità.
www.mambo-bologna.org
 Luogo: Bologna (Mambo)

VIVALDO POLI. ANTOLOGICA

 VIVALDO POLI. ANTOLOGICA
 Dal: 31 gennaio 2009
 Fino al: 15 marzo 2009
Palazzo Magnani ospita una mostra antologica dedicata a Vivaldo Poli, uno degli artisti reggiani più importanti del Novecento. Aperto alle tendenze innovative della pittura internazionale, l’artista ha vissuto tra gli anni Quaranta e gli anni Sessanta il periodo più proficuo per la sua creatività.
www.palazzomagnani.it
 Luogo: Reggio Emilia (Palazzo Magnani)

FUTURISMO 1909 – 2009

 FUTURISMO 1909 – 2009
 Dal: 06 febbraio 2009
 Fino al: 07 giugno 2009
Milano è la città italiana che ha visto nascere il Futurismo. In occasione del centenario di questo movimento avanguardista il Palazzo Reale dedicherà una mostra agli autori che nel primo Novecento si resero protagonisti dei contenuti di un’arte nuova e di rottura. Quattrocento opere esibite, oltre 240 dipinti insieme a sculture disegni, progetti, scenografie, libri oggetto, arredi, pubblicità tutti segnati dalla rivoluzionaria impronta futurista. Questa mostra si presenta come la più completa documentazione del campo d’azione del Movimento. La celebrazione del centenario prevede inoltre un denso programma di iniziative che faranno da corollario alla mostra.
www.arthemisia.it
 Luogo: Milano (Palazzo Reale)

DARWIN 1809-2009

 DARWIN 1809-2009
 Dal: 12 febbraio 2009
 Fino al: 03 maggio 2009
E’ la più ampia mostra dedicata al naturalista inglese che tenne riservate le sue intuizioni per più di due decenni prima di scuotere il mondo con le sue osservazioni. Darwin comprese per primo che le specie sono legate da una parentela genealogica e che la diversità delle forme di vita comparse sulla Terra deriva da processi naturali in atto da milioni di anni. Non soltanto tracciò il processo evolutivo delle specie ma ne delineò una spiegazione coerente anche in relazione all’ambiente naturale e al clima. La teoria dell’evoluzione di Darwin rappresenta il fondamento della biologia moderna ed il suo lavoro ha contribuito a modificare profondamente la visione del mondo naturale e del ruolo che gli uomini occupano in esso.
www.palazzoesposizioni.it
 Luogo: Roma (Palazzo delle Esposizioni)

HIROSHIGE

 HIROSHIGE 
 Dal: 17 marzo 2009
Fino al: 07 giugno 2009
Per la prima volta in Italia viene presentata una mostra interamente dedicata a Utagawa Hiroshige, uno tra i più importanti artisti giapponesi vissuto nella prima metà del XIX secolo. Noto come “Maestro della natura”, Hiroshige seppe rappresentare con immediatezza tutte le sensazioni indotte dal paesaggio giapponese, i suoi lavori contribuirono ad ispirare l’opera di artisti occidentali dell’epoca, tra cui anche Van Gogh, Manet e Monet. Il percorso espositivo ospita più di duecento dipinti provenienti dall’Honululu Academy of Art.
www.museodelcorso.it
 Luogo: Museo del Corso (Roma)

ITINERARIO VANVITELLIANO

 ITINERARIO VANVITELLIANO
 Dal: 04 aprile 2009
 Fino al: 13 aprile 2009
Un viaggio lungo gli itinerari neoclassici della Campania, alla riscoperta delle architetture del Vanvitelli: dalla Reggia di Caserta alle Ville del Miglio d’Oro, a Portici, alla Casina del Fusaro fino all’acquedotto di Valle di Maddaloni. L’iniziativa, accompagnata da eventi e spettacoli collaterali, rientra nelle proposte culturali del “Viaggio nelle Emozioni” promosse dall’Assessorato al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania.
 www.in-campania.com
 Luogo: Caserta
 

MAO – MUSEO ARTI ORIENTALI

 MAO – MUSEO ARTI ORIENTALI
Inaugura il nuovo spazio museale torinese dedicato all’Arte Orientale. Occuperà il Palazzo Mazzonis, nel cuore della “città romana” messo a disposizione dal Comune. Il MAO conterrà un patrimonio di 1500 opere e insieme con la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, con il Museo d’Arte Antica, con il Borgo Medievale, fa parte della Fondazione Torino Musei.
 www.arteorientaletorino.it
 Luogo: Torino

MUS’A PINACOTECA AL CANOPOLENO


  MUS’A PINACOTECA AL CANOPOLENO
Inaugura a il 19 dicembre a Sassari il nuovo spazio espositivo MUS’A, che presenterà opere pittoriche suddivise per tema, organizzate al loro interno in ordine cronologico e capaci di documentare la produzione di pittori italiani ed europei, dal Medioevo fino alla metà del XX secolo. Ultimati i lavori di restauro dell’edificio seicentesco edificato dall’arcivescovo Oristano Antonio Canopolo, la Pinacoteca in occasione dell’apertura ospiterà due mostre: la prima dedicata alla Storia del Canopoleno, l’altra alla Pittura del Seicentro e Settecento dalla collezione Sanna. il 2009 sarà un anno ricco di eventi espositivi, da quello con le foto di Casa Garibali a Caprera, al prestigioso Parato di San Giorgio di Bonnannaro, la Pittura sarda del primo Novecento ma anche concerti e visite guidate. www.pinacotecamusa.it
 Luogo: Sassari

IMPRESSIONISTI E POST IMPRESSIONISTI. CAPOLAVORI DALL’ISRAEL MUSEUM DI GERUSALEMME


 IMPRESSIONISTI E POST IMPRESSIONISTI. CAPOLAVORI DALL’ISRAEL MUSEUM DI GERUSALEMME
 Dal: 13 settembre 2008
 Fino al: 06 gennaio 2009
La mostra presenta l’importante collezione di pittura impressionista e post-impressionista dell’Israel Museum di Gerusalemme. L’esposizione permette di ricostruire la storia della pittura impressionista al massimo livello, da Pissarro, considerato il padre del movimento a Monet, Cezanne, ai maestri post-impressionisti come Van Gogh, i divisionisti come Sisley e Signac. Un percorso che si conclude con i dipinti di Bonnard ed il capolavoro Misia sulla chaise longue di Vuillard del 1910 che ha cambiato radicalmente le regole della pittura.www.mart.trento.it
 Luogo: Mart (Trento)

CORREGGIO

 CORREGGIO
 Dal: 20 settembre 2008
 Fino al: 25 gennaio 2009
Una mostra che per la prima volta raccoglie la produzione di Antonio Allegri, detto il Correggio dal nome della sua città natale, un artista la cui opera originale pur essendo assimilata a quella dei grandi della sua epoca, da Leonardo a Raffaello, da quegli stessi grandi è rimasta oscurata. Il per corso della mostra si snoda in un itinerario ricco di emozioni attraverso la personale evoluzione artistica del pittore
www.mostracorreggioparma.it
 Luogo: Parma

CANALETTO – VENEZIA E I SUOI SPLENDORI

 CANALETTO – VENEZIA E I SUOI SPLENDORI
 Dal: 23 ottobre 2008
 Fino al: 05 aprile 2009
Ca’ dei Carraresi a Treviso ospita un centinaio di opere del maestro veneziano provenienti dai più grandi musei del mondo, da istituzioni pubbliche e private, insieme a dipinti di Luca Carlevarja, Bernardo Bellotto, Francesco Guardi e Michele Marieschi, esponenti del vedutismo veneziano del Settecento. La mostra si annuncia come uno dei più importanti eventi d’arte dell’anno e presenta tre prestiti straordinari provenienti dalla National Gallery di Londra: Le Procuratie Nuove al Caffè Florian e Piazza San Marco dal Portico dell’Ascensione, entrambi del Canaletto, mentre il terzo si riferisce ad una veduta di Piazza San Marco di Francesco Guardi.
www.artematica.tv
 Luogo: Treviso (Casa dei Carraresi)

LUCIO FONTANA. LUCE E COLORE

 LUCIO FONTANA. LUCE E COLORE
 Dal: 22 ottobre 2008
 Fino al: 15 febbraio 2009
A Genova, nel Palazzo del Ducale un’antologica dedicata a Lucio Fontana per sottolineare l’importanza del colore e della luce, in un’opera tesa alla costante sperimentazione e alla esplorazione della materia. L’esposizione raccoglie circa 200 opere scelte ed ordinate secondo il criterio della luce, del colore e degli ambienti e allestite secondo le differenti varianti monocrome. Seguono le produzioni ceramiche. La ceramica infatti aveva permesso all’artista di fondere lo studio del colore con l’analisi della materia ed in certi casi, esprimere il suo legame con il territorio. La poetica di Fontana e il suo spirito di ricerca appaiono ancora ai nostri occhi come portatori di innovazione, tanto che alcune delle sue opere degli anni Cinquanta rappresentano i primi esempi di installazioni nella storia dell’arte, precursori delle ricerche degli anni successivi.
 www.palazzoducale.genova.it
 Luogo: Genova (Palazzo Ducale, Appartamento del Doge)

LOUISE BOURGEOIS PER CAPODIMONTE

 LOUISE BOURGEOIS PER CAPODIMONTE
 Dal: 18 ottobre 2008
 Fino al: 25 gennaio 2009
Per la prima volta a Napoli una mostra raccoglie circa sessanta opere eseguite da Louise Bourgeois, incluse due nuove installazioni della celebre serie delle Cells, presentate per la prima volta al pubblico. L’esposizione traccia il percorso di produzione dell’artista dal secolo scorso fino ai nostri giorni. Divenuta icona di modernità, nei suoi anni creativi, si caratterizza per l’uso di tecniche sempre diverse ma rivolte sempre a e comunque alla scultura.
www.museo-capodimonte.it
 Luogo: Napoli (Museo di Capodimonte)

BRUNO MUNARI

 BRUNO MUNARI
 Dal: 09 ottobre 2008
 Fino al: 01 febbraio 2009
Una mostra antologica interamente dedicata all’artista milanese che si è espresso in numerosi campi delle arti applicate al museo dell’Ara Pacis a Roma. Dai progetti di allestimenti degli anni Quaranta e Cinquanta, agli interventi artistici in opere di architettura tra i Cinquanta e Sessanta, fino ad arrivare ai progetti di grafica. L’esposizione punta l’accento sulla metodologia progettuale che Munari usava per sviluppare i suoi lavori. Le creazioni sono organizzate per aree tematiche, non cronologiche né tipologiche, permettendo in questo modo la relazione tra settori disciplinari altrimenti distanti, ma che per l’artista rappresentavano un unicum espressivo.www.arapacis.it
 Luogo: Roma (Museo Ara Pacis)

CATERINA E MARIA DE’ MEDICI: DONNE AL POTERE

 CATERINA E MARIA DE’ MEDICI: DONNE AL POTERE
 Dal: 24 ottobre 2008
 Fino al 08 febbraio 2009
Una mostra che con uno straordinario punto di vista ci permette di indagare la forza e l’influenza dell’universo femminile in un epoca in cui il potere era esclusivo appannaggio maschile. Due donne appartenenti alla grande dinastia medicea, Caterina e Maria che hanno legittimato il loro potere dopo la morte dei rispettivi mariti attraverso l’uso intelligente della conoscenza del mondo politico. Le opere presenti in mostra testimoniano della personalità delle due regine medicee e sottolineano la raffinatezza che ha caratterizzato le loro committenze.
www.palazzostrozzi.org
 Luogo: Firenze (Palazzo Strozzi)

Everywhere the same must-go-bag

Dal: 11ottobre 2008
Fino al: 26 ottobre 2008
La serie completa delle “germinazioni”, assieme ad altre opere inedite, saranno per la prima volta esposte assieme nella mostra Everywhere the same must-go-bag. Le opere esposte nelle sale del Macn – Villa Renatico Martini percorreranno le tappe più recenti del lavoro dell’artista Leone Contini: dal video Seeding diary che documenta l’azione svoltasi a New York nel dicembre 2007, ad un intervento installativo che modificherà il percorso codificato nelle sale del Museo, fino ad un opera interattiva che coinvolgerà lo spettatore rendendolo parte attiva nella produzione della mostra.

La mostra sarà accompagnata da una pubblicazione e da due incontri aperti al pubblico ai quali parteciperanno l’artista, il curatore e l’antropologo Pietro Clemente.
Monsummano Terme Pt
http://www.museoilrenatico.it/ilmuseo.htm

SOVRANI NEL GIARDINO D’EUROPA. PISA E I LORENA

 SOVRANI NEL GIARDINO D’EUROPA. PISA E I LORENA
 Dal: 20 settembre 2008 
Fino al:
 14 dicembre 2008Questa mostra ricostruisce con sapienza e ricercatezza non solo il clima politico e culturale di Pisa nel lungo periodo di governo lorenese (1737-1859), ma anche gli aspetti meno noti e curiosi della vita di corte europea. In mostra due secoli di Toscana (dove la corte trascorreva tanta parte del periodo invernale), con circa cento fra dipinti, sculture, disegni, stampe e arredi, oltre a ritratti degli Asburgo-Lorena provenienti dal Castello di Brandys (Repubblica ceca).
www.artonline.it
 Luogo: Pisa (Museo Nazionale di Palazzo reale e Teatro Rossi)

OSPITANDO…L’APOLLO DI MANTOVA

 OSPITANDO…L’APOLLO DI MANTOVA
 Dal: 18 settembre 2008
 Fino al: 06 gennaio 2009
Una straordinaria iniziativa questa della rassegna “Ospitando..” che incoraggia lo scambio temporaneo fra Musei, di importanti opera d’arte, come la celebre statua in marmo greco dell’Apollo di Mantova. Lo splendido esemplare scultoreo datato tra il 117 ed il 138 d.C., all’epoca dell’imperatore Adriano, sarà infatti ospitato presso la sala degli Arazzi presso i Musei Capitolini, fino al 6 gennaio 2009.
 www.museicapitolini.org
 Luogo: Roma (Palazzo dei Conservatori – Sala degli Arazzi )

AMICO ASPERTINI

 AMICO ASPERTINI
 Dal: 27 settembre 2008
 Fino al: 11 gennaio 2009
La Pinacoteca di Bologna dedica una mostra ad Amico Aspertini, il suo artista più poliedrico della prima metà del Cinquecento. Personalità intraprendente ed in continua evoluzione, instancabile viaggiatore è entrato in contatto con Raffaello, Durer, Michelangelo, Filippino Lippi, il Perugino ed altri grandi artisti contemporanei. La mostra si compone di 120 opere, messe a confronto con le opere degli artisti con cui Aspertini ebbe scambi artistici, incisioni e codici miniati, ceramiche e pezzi archeologici che completano la ricostruzione di un periodo della storia artistica italiana nel suo complesso.
Fonte: www.amicoaspertini.it

 Luogo: Bologna (Pinacoteca Nazionale)

GIOVANNI BELLINI


 GIOVANNI BELLINI
 Dal: 30 settembre 2008
 Fino al: 11 gennaio 2009
Giovanni Bellini, grande artista che nella Venezia della seconda metà del Quattrocento ha anticipato le idee del Rinascimento. Più di 60 opere, provenienti da vari musei del mondo, che rappresentano circa tre quarti della sua produzione certa, tra soggetti sacri e profani. E’ noto per essere stato il primo artista impegnato nella rappresentazione dei sentimenti e della natura. Il primo ad unire il senso veneziano della luce con la tecnica e la visione dei pittori fiamminghi. Esposte oltre alle tele, alcune magnifiche pale d’altare come il Battesimo di Cristo e la Pala di Pesaro.
www.scuderiequirinale.it
 Luogo: Roma (Scuderie del Quirinale)

JEAN-MICHEL BASQUIAT: FANTASMI DA SCACCIARE

 JEAN-MICHEL BASQUIAT: FANTASMI DA SCACCIARE
 Dal: 02 ottobre 2008
 Fino al: 01 febbraio 2009
La Fondazione Memmo, in collaborazione con la Fundaciòn Marcelino Botìn di Santander, inaugura presso Palazzo Ruspali una mostra dedicata a Jean Michel Basquiat, l’artista che, poco più che ventenne, conquistò New York grazie ad Andy Warhol. La mostra presenterà al pubblico più di 40 opere provenienti da Germania, Francia, Belgio, Austria, Italia, Svizzera e Stati Uniti, tra cui alcune realizzate in collaborazione con Warhol e Francesco Clemente, oltre a 10 opere presentate al pubblico per la prima volta e 5 fotografie inedite di Michael Halsband.
www.fondazionememmo.com
 Luogo: Roma (Palazzo Ruspoli)

ETRUSCHI. LE ANTICHE METROPOLI DEL LAZIO

 ETRUSCHI. LE ANTICHE METROPOLI DEL LAZIO

 Dal: 21 ottobre 2008
 Fino al: 06 gennaio 2009
Una straordinaria mostra che racconta l’eccellenza di questa antica e, per taluni aspetti, misteriosa civiltà laziale attraverso l’incredibile sviluppo dei suoi principali centri urbani quali Veio, Cerveteri, Vulci e Tarquinia, le loro arti, i loro commerci e rapporti con Roma, sulla quale esercitarono senza dubbio una notevole influenza soprattutto quanto a pratiche religiose e simbologie del potere.
Fonte: www.palazzoesposizioni.it
 Luogo: Roma (Palazzo delle Esposizioni)

Quarta Giornata del Contemporaneo

4 OTTOBRE 2008
MAC,N Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento
Ingresso e visite guidate gratuite
Il Mac,n, Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme aderisce alla Quarta Giornata del Contemporaneo prevista per sabato 4 ottobre 2008.

L’iniziativa è promossa da AMACI (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani) con il sostegno della PARC – Direzione Generale per la qualità e la tutela del Paesaggio, l’Architettura e l’Arte Contemporanee - del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
In questa occasione i musei di Amaci e 800 luoghi in Italia dedicati all’arte contemporanea si apriranno gratuitamente per un giorno al pubblico. Grazie a questa iniziativa, attraverso eventi, mostre, conferenze e laboratori, il pubblico è invitato a partecipare alla dinamicità, vivacità e ricchezza culturale del nostro Paese, per riconoscere all’arte del nostro tempo l’importante ruolo che costantemente svolge nello sviluppo culturale, sociale ed economico.
Il Mac,n Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento, in occasione della Quarta Giornata del Contemporaneo, offrirà ingresso e visite guidate gratuite alla Collezione civica “Il Renatico” e alla mostra, attualmente in corso, “Muri. Senso della misura e rifiuto dei limiti" dell’artista di fama internazionale Pino Castagna.
Le visite saranno previste dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00.
Per usufruire delle visite guidate è necessaria la prenotazione ai numeri telefonici 0572.952140 o 0572.959224 (max. 12 persone per visita).
Monsummano Terme Pt
http://www.museoilrenatico.it/ilmuseo.htm
 

TURNER E L’ITALIA

Ferrara, Palazzo dei Diamanti
da domenica 16/11/2008 a domenica 22/2/2009

Joseph Mallord William Turner (Londra, 23 aprile 1775 – Chelsea, 19 dicembre 1851)
Artefice di una autentica rivoluzione pittorica, Turner ha dato vita ad una tipologia di paesaggio che ha aperto la strada alle correnti moderne della pittura europea. L'Italia ha avuto un ruolo fondamentale nella formazione del suo stile: affascinato dal nostro paese e dalla sua tradizione artistica, Turner vi si recò molte volte trovandovi l'ispirazione per alcuni dei suoi più celebri dipinti. Ferrara Arte e la National Gallery of Scotland di Edimburgo dedicano al grande pittore romantico e al suo legame con l'Italia una mostra affascinante che, ripercorrendo l'intero arco della sua carriera - dai quadri giovanili fino ai meravigliosi e commoventi capolavori dell'ultimo periodo - ricostruisce tutti i viaggi e gli spostamenti del maestro nella penisola
Luogo Ferrara

ANTONIA CAMPI. CERAMICA E DESIGN

 ANTONIA CAMPI. CERAMICA E DESIGN
  Fino al: 02 novembre 2008
La Galleria Wolfson rende omaggio alla grande ceramista Antonia Campi con opere realizzate a partire dal 1949 per la Società Ceramica Italiana di Laveno. Oggetti di uso quotidiano che diventano opere d'arte per la ricerca del design che molto bene rappresentano la tendenza alla ricerca formale europea dell'epoca. Famoso il Portaombrelli spaziale C.33, ideato nel 1949. Il lavoro della Campi è rappresentato alla Collezione Wolfson, anche dai disegni per tappeti realizzati per il concorso indetto dalla Manifattura Italiana Tappeti Artistici di Nervi per l'VIII Triennale di Milano nel 1947. I disegni, esposti per la prima volta, valsero un premio per l'artista italiana al concorso MITA insieme a Lyda Levi e a Ettore Sottsass.
www.wolfsoniana.it
 Luogo: Genova

ARNALDO POMODORO

 ARNALDO POMODORO
 Dal: 06 luglio 2008
 Fino al: 09 novembre 2008
Il borgo di Orta, che si affaccia sul lago omonimo, ospita sedici monumentali sculture di Arnaldo Pomodoro, uno dei più famosi artisti italiani contemporanei, insignito recentemente dall’International Sculpture Center di Hamilton e dal Museo d’Arte di Tel Aviv. La mostra rappresenta una occasione unica per scoprire il borgo, godendo delle atmosfere dei luoghi che si affacciano sul lago, seguendo l’itinerario tracciato dalle sculture di Pomodoro. Maggiori informazioni sono disponibili nel sito alla sezione “eventi – arte – pittura/scultura”.
www.piemontefeel.org
 Luogo: Orta San Giulio

IL CELESTE IMPERO. DALL'ESERCITO DI TERRACOTTA ALLA VIA DELLA SETA

 IL CELESTE IMPERO. DALL'ESERCITO DI TERRACOTTA ALLA VIA DELLA SETA
  Fino al: 16 novembre 2008
Per la prima a volta a Torino i mitici guerrieri dell’armata di terracotta presentata al museo di Antichità dalla Fondazione per l’Arte della Compagnia di San Paolo, in una mostra che intende offrire un panorama millenario – dai Qin, 221 a. C. ai Tang, 907 d.C. - di arte e di storia di un immenso Paese che ha saputo sviluppare una cultura raffinata e cosmopolita. L’esposizione sarà inoltre l’occasione di far ammirare al pubblico in anteprima alcune significative opere che fanno parte delle raccolte del Museo d’Arte Orientale di Torino, di prossima apertura. Curata da Sabrina Rastelli, docente di Storia dell’Arte Cinese all’Università Ca’ Foscari di Venezia, e da Maurizio Scarpari, professore ordinario di Cinese Classico all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha già registrato più di 50 mila visitatori a due mesi dall’apertura.
www.fondazionearte.it
 Luogo: Torino (Museo di Antichità)

GEORGE BARBIER – LA NASCITA DELL’ART DECO

 GEORGE BARBIER – LA NASCITA DELL’ART DECO
 Dal: 30 agosto 2008
 Fino al: 05 gennaio 2009
E’ la prima mostra dedicata a George Barbier, illustratore di moda e scenografo che ha significativamente prodotto nel movimento déco. Vengono presentati numerosi lavori, in una panoramica esaustiva dell’ evoluzione creativa dell’artista, autore di immagini celebri tra cui la pantera nera divenuta simbolo di Cartier. Ricca di riferimenti storici, comprende anche una sezione dedicata al teatro e al cinema con bozzetti di costumi e scenografie. Una altrettanto spettacolare sezione dedicata all’illustrazione di moda, seguita dalle raffinate illustrazioni eseguite per album e almanacchi, realizzate in edizioni preziose e a tiratura limitata.
www.museiciviciveneziani.it
 Luogo: Venezia (Museo Fortuny)

I CAPOLAVORI ETRUSCHI DELL’ERMITAGE

I CAPOLAVORI ETRUSCHI DELL’ERMITAGE
 Dal: 07 settembre 2008
 Fino al: 06 gennaio 2009
A partire dal 6 settembre presso i locali di Palazzo Casali sarà possibile ammirare i Capolavori etruschi dell'Ermitage in una rassegna antologica dei massimi capolavori etruschi raccolti degli Zar di Russia, per la prima volta in Italia.
www.cortonamaec.org
 Luogo: Cortona, Maec – Museo dell’Accademia Etrusca e della città di Cortona

GUIDO CREPAX – VALENTINA, LA FORMA DEL TEMPO

 GUIDO CREPAX – VALENTINA, LA FORMA DEL TEMPO
 Dal: 21 settembre 2008
 Fino al: 01 febbraio 2009
La Triennale Bovisa a Milano, ospita la mostra dedicata a Guido Crepax e a Valentina, il suo personaggio più celebre, nata nel 1965. Molte caratteristiche di Valentina, dal volto alla personalità, talvolta capricciosa e trasgressiva, sono ispirati alla diva del cinema muto Louise Brooks e protagonista del film "Lulù" di Georg Wilhelm Pabst. Valentina rappresenta lo spirito del suo tempo, il mondo culturale e politico della società italiana in pieno cambiamento dagli anni sessanta fino agli anni ottanta. Rileggere il lavoro di Crepax a cinque anni dalla sua scomparsa, permette di scoprire il suo mondo con una chiave innovativa. Nelle storie di Valentina si ritrovano i riferimenti alla famiglia e alla casa borghese, rigorosamente suddivisa in grandi stanze, ognuna con il suo diverso modo di vivere il tempo. L'allestimento multimediale della mostra in stanze (o sezioni), attraverso proiezioni e gigantografie sulle pareti, permette al visitatore di entrare fisicamente nel mondo della fantasia di Crepax.
www.triennalebovisa.it
 Luogo: Milano (Triennale Bovisa )

ITALICS. ARTE ITALIANA FRA TRADIZIONE E RIVOLUZIONE

 ITALICS. ARTE ITALIANA FRA TRADIZIONE E RIVOLUZIONE
 Dal: 27 settembre 2008
 Fino al: 02 marzo 2009
Una mostra antologica delle più importanti opere prodotte da artisti italiani dal 1968 ad oggi. Centosette artisti più di duecento lavori. Generazioni a confronto in un percorso tematico e non cronologico. Il titolo della mostra allude al superamento di una tradizione e auspica una rassegna in grado di ispirare idee nuove e conquistare un pubblico che non ha ancora familiarità con l’arte contemporanea.
 www.palazzograssi.it
 Luogo: Venezia (Palazzo Grassi)

GEORGE SEURAT - PAUL SIGNAC E I NEOIMPRESSIONISTI

 GEORGE SEURAT - PAUL SIGNAC E I NEOIMPRESSIONISTI
 Dal: 10 ottobre 2008
 Fino al: 25 gennaio 2009
La mostra è la prima grande retrospettiva italiana dedicata a Seurat, Signac e il Neoimpressionismo. Settanta opere che ripercorrono l'evoluzione della quella corrente pittorica che influenzò l'attività artistica dei pittori parigini dalla fine del 1800 al 1910. Viene presentata l'evoluzione del movimento e la sua diffusione attraverso le opere di Camille e Lucien Pissarro fino a Maxilmilien Luce e numerosi altri, fino ai neoimpressionisti italiani come Longoni, Previati e Russolo. I paesaggi rappresentati cambiano fisionomia, appare la periferia con le sue fabbriche, ma vengono rappresentati anche luoghi di ritrovo a testimonianza del cambiamento sociale, politico e culturale dovuto al passare delle stagioni e dell'arrivo del nuovo secolo.
 www.ineoimpressionisti.it
 Luogo: Milano (Palazzo Reale)

CASA MALAPARTE

 CASA MALAPARTE

Lo spazio dedicato alla Collezione Maramotti, ospita accanto alla sua esposizione permanente di opere d’arte, una temporanea dedicata ad Enoc Perez. Due grandi tele realizzate dall’artista portoricano ispirate al fascino di Casa Malaparte a Capri, uno dei simboli dell’architettura modernista italiana. L’operazione pittorica di Perez consiste nello stratificare i colori senza l’uso del pennello con una modalità assolutamente originale che conduce a risultati di notevole impatto visivo.


www.collezionemaramotti.org
 Luogo: Reggio Emilia (Collezione Maramotti – Ex Stabilimenti Max Mara)

AL CASTELLO DI DUINO UNA  MOSTRA  DI PREZIOSE ICONE ORIGINALI

Fino al 20 agosto arte e spiritualità nella dimora storica
dei principi della Torre e Tasso

Le opere sono realizzate dall’artista triestina Carolina Franza con oro zecchino e pietre dure polverizzate nel pieno rispetto delle secolari regole dell’arte sacra
Sarà aperta al pubblico fino a mercoledì 20 agosto la mostra di preziose icone originali della pittrice triestina Carolina Franza allestita in alcune stanze del percorso turistico del Castello di Duino (Trieste), attuale suggestiva dimora storica dei principi della Torre e Tasso.
Le icone esposte sono una ventina,  tutte realizzate con grande creatività e un personalissimo  linguaggio pittorico e con un puntiglioso rispetto delle secolari regole dell’arte sacra  tradizionale che le rende ancora più preziose ed irripetibili; l’artista, infatti,  usa legni pregiati stagionati come supporti ed estratti vegetali, oro zecchino e  pietre dure polverizzate come colori  
Castello di Duino – tel. 040 208120   
foto Olga Micol

NIENT’ALTRO CHE SCULTURA – XIII BIENNALE INTERNAZIONALE

NIENT’ALTRO CHE SCULTURA – XIII BIENNALE INTERNAZIONALE

Intitolata “Nothing but sculpture” la XIII Biennale di Carrara sottintende il carattere specifico della manifestazione ed il rapporto tra la città e la produzione scultorea. L’esposizione privilegia gli aspetti più significativi della scultura moderna grazie al confronto dialogo tra giovani artisti emergenti e quelli di più chiara fama. La manifestazione si compone di quattro sezioni, del circuito dei laboratori e di spazi collaterali
www.labiennaledicarrara.it
 Luogo: Carrara

MAV – CAPWARE

MAV – CAPWARE

E’ nato il nuovo Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, a pochi passi dal sito archeologico vero e proprio. Si sviluppa su tre piani di 1500 mq ciascuno. Si avvale di tecnologia innovativa, laser, realtà virtuale, scanner, ologrammi, schermi tridimensionali. I visitatori potranno rivivere situazioni reali dell’antica città romana, ricostruire mosaici, muovere le acque delle vasche delle ricche ville patrizie. Sono stati riprodotti ambienti di vita urbana fino ai momenti della terribile eruzione che causò la distruzione di Ercolano. Suoni e voci guideranno ogni singolo affascinato spettatore che potrà sperimentare anche le diverse temperature dei luoghi così come anche gli odori. Un complesso di effetti speciali per aumentare la suggestione di questo incredibile salto all’indietro nel tempo.

www.capware.it
 Luogo: Ercolano

THE BIG BANG

 THE BIG BANG
Una mostra dedicata al tema della visione cosmica. Uomo e universo apparentemente distanti e contrapposti ma accomunati dalla stessa complessità. Così come l’infinito anche l’animo umano sfugge a qualsiasi possibilità di esatta interpretazione scientifica. L’arte cerca un ponte, la possibilità di instaurare un dialogo tra questi due mondi. Le opere raccolte sono quelle di otto artisti che si sono cimentati nell’operazione di tradurre in un unico linguaggio arte e scienza, di accomunare indefinito e simbolico.

www.museocarlobilotti.it
 Luogo: Roma (Museo Carlo Bilotti)

 

I MARI DELL’UOMO – PHOTOGRAPHS BY FOLCO QUILICI

 I MARI DELL’UOMO – PHOTOGRAPHS BY FOLCO QUILICI

Esposizione dedicata al grande lavoro fotografico di Folco Quilici, il cui nome si associa automaticamente alla conoscenza del rapporto tra uomo e mare. Grande documentarista italiano, Quilici ha avuto da sempre un rapporto particolare con questo elemento, suo territorio di scoperta e compagno fedele della sua avventura professionale e personale. Sarà così possibile, un’empatica contemplazione di quest’ elemento naturale, protagonista di una gran parte della vita professionale dell’autore.

www.alinari.com
 Luogo: Firenze (MNAF – Museo Nazionale Alinari della Fotografia)

ERNESTO NETO


 ERNESTO NETO

Il progetto che Neto ha realizzato appositamente per MACRO HALL, è una grande installazione che occupa la galleria vetrata del Museo, come una sorta di architettura fluttuante, dalle forme organiche e floreali, che invita il pubblico ad attraversarla. La scultura in lycra, agganciata alle capriate in ferro della copertura in vetro della galleria, arriva sospesa fino a circa un metro da terra e contiene 5 spezie macinate: il pepe, il cumino, i chiodi di garofano, lo zenzero, la curcuma.



 Luogo: Roma (Macro)
www.macro.roma.museum

ETRUSCHI. LE ANTICHE METROPOLI DEL LAZIO

 ETRUSCHI. LE ANTICHE METROPOLI DEL LAZIO
 Dal: 16 ottobre 2008
 Fino al: 06 gennaio 2009
La mostra racconta e descrive l'eccellenza della civiltà etrusca del Lazio ripercorrendo lo sviluppo dei suoi principali centri urbani: Veio, Cerveteri, Vulci, Tarquinia, città che a partire dai più antichi e comuni caratteri, si andarono via via differenziando, non solo rispetto alla produzione artistica, ma anche, più in generale, rispetto agli orientamenti culturali e di culto, agli stili di vita, alle prassi commerciali; la mostra rende evidenti, nella loro specificità, le più importanti testimonianze artistiche locali, molte delle quali presentate qui al pubblico per la prima volta.

www.palazzoesposizioni.it
 Luogo: Roma (Palazzo delle Esposizioni)

CANTIERE INTERAZIONALE D'ARTE

 CANTIERE INTERAZIONALE D'ARTE

 Dal: 19 luglio 2008
 Fino al: 02 agosto 2008
Il Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, è una manifestazione nata per promuovere l'arte e la cultura e per sostenere l'opera di giovani artisti nel campo della musica, della danza, della scenografia, della cinematografia ed altro ancora, per la produzione di opere innovative e per l'interpretazione di repertori classici. Amore per lo spettacolo e la musica in particolare, ma anche per la formazione di nuovi talenti, tanto che durante la manifestazione si terranno dei seminari per professionisti e non, nello spirito originale della Fondazione che ha come primo intento quelo dell'invito alla conoscenza e alla sperimentazione del mondo dell'arte.
www.fondazionecantiere.it
 Luogo: Montepulciano

11 OPEN - ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI SCULTURE ED INSTALLAZIONI

11 OPEN - ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI SCULTURE ED INSTALLAZIONI

 Dal: 01 agosto 2008
 Fino al: 30 settembre 2008
Open giunge alla sua XI edizione. Una esposizione di opere d’arte, installazioni e performance negli spazi all’aperto di Venezia Lido in contemporanea alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Il visitatore nel suo percorso condivide lo stesso spazio dell’opera d’arte, gli è permesso in questo modo di sperimentare una nuova dimensione della ricerca artistica così come un nuovo spazio mentale. Open è un successo di pubblico ma anche per le adesioni di artisti provenienti da numerosi Paesi stranieri.

www.artecommunications.com
 Luogo: Venezia Lido

10° WORLD MASTER DI SCULTURE DI SABBIA

 10° WORLD MASTER DI SCULTURE DI SABBIA
 Dal: 08 agosto 2008
 Fino al: 07 settembre 2008
Imperdibile appuntamento per un pubblico di tutte le età per assistere all’opera di artisti che realizzeranno vere e proprie sculture di sabbia dall’8 al 10 agosto sulle spiagge di Cervia. Dieci squadre, provenienti da otto Paesi del mondo, si contenderanno il titolo della X Edizione del World Master di Sculture di Sabbia. Un appuntamento internazionale, particolarmente conosciuto negli Stati Uniti e in Oriente. Opere sorprendenti tanto più per il loro carattere effimero resteranno in esposizione presso il Santal Beach Stadium fino a settembre.
www.sportur.com
Luogo: Cervia

ORI DELLE STEPPE

 ORI DELLE STEPPE

Una raccolta di almeno 400 oggetti provenienti dai più famosi musei dell’Ucraina presentati per la prima volta in Italia, compongono la mostra principale dell’anno del castello del Buonconsiglio a Trento. Si tratta di armi, gioielli straordinari, finimenti usati per parate a cavallo, servizi cerimoniali per il simposio e il banchetto risalenti nell’arco di tempo che va tra il primo millennio a.C. e l’invasione dei Mongoli nel XIII secolo d.C. Le opere rappresentano la produzione delle popolazioni seminomadi delle steppe asiatiche, rinvenute a seguito di scavi archeologici nei kurgan, le tombe cumuliformi sovrastate da steli antropomorfe e che consentono di trasferire ancora ai nostri giorni una testimonianza degli usi e costumi di popolazioni che non hanno conosciuto la scrittura.

www.oridellesteppe.it
 Luogo: Trento (Castello del Buonconsiglio )

ITALIA ITALIE ITALIEN ITALY WLOCHY

ITALIA ITALIE ITALIEN ITALY WLOCHY. RITTI SU LA CIMA DEL MONDO, NOI SCAGLIAMO, UNA VOLTA ANCORA, LA NOSTRA SFIDA ALLE STELLE!

Mostra collettiva incentrata sul tema delle culture e dell’identità italiane, al di fuori degli stereotipi e alla ricerca di nuove definizioni formali e concettuali. La mostra si articola in tre sezioni parallele: la prima si sviluppa all’interno delle sale del museo; la seconda si apre ad un percorso per le strade della città con billboard firmati da artisti e dislocati nel centro storico; la terza invita gli spettatori al cinema, dove sono presentate proiezioni di video di artisti internazionali.

www.museoarcos.it
 Luogo: Benevento (ARCOS - Museo di Arte contemporanea del Sannio)

ESSE QUAM VIDERI

 ESSE QUAM VIDERI

Esse Quam Videri è una mostra che riunisce il lavoro di cinque artisti emergenti sulla scena britannica e che condividono lo stesso clima culturale, strettamente legato alla città di Glasgow. Il titolo della mostra è un famoso motto di Cicerone tratto dal De Amicizia: “Essere piuttosto che apparire” ,una proposizione etica che accomuna le intenzioni di tutti e cinque gli artisti, la cui pratica è intimamente legata alla necessità di sperimentare una sincera aderenza agli aspetti più concreti e fisici della scultura. Nel lavoro di ognuno degli artisti in mostra vi è infatti un’insistita attenzione ai metodi (più che al risultato finale), e a un processo che presuppone una forma di abbandono alle necessità materiali dell’opera.
www.fabiotiboni.it
 Luogo: Bologna (Galleria Fabio Tiboni Arte Contemporanea)

BIZHAN BASSIRI – MERCURIALE

 BIZHAN BASSIRI – MERCURIALE

 Dal: 27 maggio 2008
 Fino al: 20 settembre 2008
La mostra evoca in più modi l’ermetica divinità messaggera tra gli dei. Ciò non solo per la presenza in una delle opere sia dell’ineffabile minerale sia del rettile miticamente attorcigliato al caduceo del Dio Mercurio, ma soprattutto per l’inquietante galleria di ritratti che egli ha voluto facessero da “ astanti” all’emblematica scultura posta al centro dell’ambiente.

Luogo: Roma (Gallerja)
www.gallerja.it  

MUGELLO CULLA DEL RINASCIMENTO

 MUGELLO CULLA DEL RINASCIMENTO
 Dal: 29 maggio 2008
 Fino al: 30 novembre 2008
Quattro grandi mostre che avranno come protagonisti Giotto, Beato Angelico, Donatello e la dinastia dei Medici, a formare un unico interessante percorso con il titolo di "Mugello culla del Rinascimento"; idea originale che intende rendere evidente il legame e la comune origine dei tre celebri pittori e della casata che governò la Toscana per due secoli.

 Luogo: Vari Luoghi
www.mugellorinascimento.it

IBRAM LASSAW – LE GRANDI MOSTRE NEI SASSI

 IBRAM LASSAW – LE GRANDI MOSTRE NEI SASSI

Una grande mostra composta da 80 sculture, 50 disegni e gioielli, per uno dei più importanti ed affermati artisti americani della “Scuola di New York”. Le opere, esposte nella cornice delle chiese rupestri de Madonna della Virtù e San Nicola dei Greci di Matera, nonchè al MUSMA, testimoniano l’intera evoluzione creativa di Lassaw fin dai suoi primi lavori alle realizzazioni tridimensionali esposte alla Biennale, dai metalli saldati alla pittura e il disegno. La mostra fa parte dei grandi cicli espositivi denominati “Le Grandi Mostre nei Sassi di Matera” dedicati alla scultura contemporanea.
 www.materacultura.it
 Luogo: Matera

MIMMO PALADINO A VILLA PISANI

 MIMMO PALADINO A VILLA PISANI
La splendida Villa Pisani fino al 2 novembre farà da cornice alla mostra di Mimmo Paladino. L’artista ha progettato un itinerario composto da sessanta opere, raccolte in dieci installazioni. Dodici “Dormienti” galleggiano nella grande vasca, mentre enormi “Testimoni” troneggiano all’ingresso del parco.
L’artista ha utilizzato la stessa pietra di Vicenza usata secoli prima per le sculture classiche che decorano il parco in modo tale da creare un unicum.
Statue, installazioni e tele monumentali accompagnano il visitatore, in un continuo gioco di rimandi di forma, materia e spazio.
www.villapisani.beniculturali.it
 Luogo: Strà

FIRENZE E GLI ANTICHI PAESI BASSI – DIALOGHI ARTISTICI 1430-1530

 FIRENZE E GLI ANTICHI PAESI BASSI – DIALOGHI ARTISTICI 1430-1530
A Palazzo Pitti, nella Galleria Palatina, una grande mostra mette in relazione le influenze artistiche e i rapporti commerciali tra Paesi Bassi e regioni italiane del Quattrocento. Un percorso che analizza come è cambiata la pittura con l’introduzione dell’olio, quale elemento legante dei colori, nei paesi nordici e come le nostre botteghe artigiane abbiano accolto la novità con estremo interesse. Le opere esposte, commissionate o acquistate a Firenze tra il 1430 e il 1530, testimoniano quanto il lavoro e l’estro creativo del grande fiammingo Jan van Heyck e della sua scuola, abbiano attirato l’attenzione e i gusti dei facoltosi committenti fiorentini producendo un impatto innovativo di sicuro rilievo tra gli stessi maestri italiani www.polomuseale.firenze.it
 Luogo: Firenze (Palazzo Pitti)

Coming of Age. Arte americana dal 1850 al 1950

 Coming of Age. Arte americana dal 1850 al 1950
 Dal: 28 giugno 2008
 Fino al: 12 ottobre 2008
Coming of Age esplora il lungo e complesso processo di maturazione che ebbe luogo nel corso di questo secolo formativo dell’arte americana seguendo le linee principali di sviluppo di questo secolo d’arte americana, segnato dal sorgere del modernismo e dai drammatici cambiamenti del panorama fisico e sociale.
"Coming of Age. L'arte americana dal 1850 al 1950" è organizzata dall'American Federation of Arts e l'Addison Gallery of American Art e resa possibile, in parte, grazie alla Crosby Kemper Foundation, a Frank B. Bennett e William D. Cohan, con ulteriore supporto offerto dal Philip e Janice Levin Foundation Fund, Collection-Based Exhibitions dell'American Federation of Arts.
www.guggenheim-venice.it
 Luogo: Venezia (Peggy Guggenheim Collection)

UN MONDO DI CARTA - Isabelle de Borchgrave incontra Mariano Fortuny

 UN MONDO DI CARTA - Isabelle de Borchgrave incontra Mariano Fortuny
Una mostra - installazione che consente di cogliere tutte le sfaccettature del talento di questa eclettica artista, già pittrice, disegnatrice, stilista e regista, ispirata qui dal luogo e dall’eredità culturale di Mariano Fortuny. Isabelle spazia dalla pittura all’alta moda, dal tessile alla decorazione grazie ad una particolarissima lavorazione della carta che viene trasformata con diversi effetti in innumerevoli varianti di colori, toni e decori. La mostra, più che omaggio all’artista catalano è così il segno di un vero incontro, una libera interpretazione di atmosfere, momenti, di cui l’artista coglie l’essenza, arrivando così a condividerne lo spirito.
 Luogo: Venezia (Museo Fortuny)

BIENNALE ARCHITETTURA – OUT THERE: ARCHITECTURE BEYOND BUILDING


 BIENNALE ARCHITETTURA – OUT THERE: ARCHITECTURE BEYOND BUILDING
 Dal: 14 settembre 2008
 Fino al: 23 novembre 2008
Il tema della Biennale Architettura di quest’anno volge lo sguardo ad una architettura che sperimenta come dare nuovo senso al nostro modo di vivere. Una architettura che mette da parte gli edifici, che diventa quasi una filosofia e propone sogni, emozioni, recuperando l’utopia di un ideale quotidiano. La Biennale di quest’anno diventa perciò come un evento all’interno del quale gli architetti avranno modo di presentare le loro opere in una concezione più ampia rispetto alle edizioni precedenti.
 www.labiennale.org
 Luogo: Venezia (Arsenale e Giardini)

SCULTURA INTERNAZIONALE - SCULTURA NATURA

 SCULTURA INTERNAZIONALE - SCULTURA NATURA
Si svolgerà fino ad ottobre nel Parco del Castello Ducale di Agliè una rassegna internazionale di autori contemporanei, il cui lavoro indaga le relazioni tra natura e scultura. Si rinnova quindi l'appuntamento con la biennale dedicata alla scultura, che quest'anno accosta Oriente e Occidente, ospitando artisti di rispettiva provenienza. Il tema dell'inquinamento, e le trasformazioni inflitte all'ambiente dallo sfruttamento incondizionato delle azioni umane, è trattato con estrema sensibilità e la collocazione delle opere all'interno del giardino, rappresenta una precisa provocazione alla riflessione.
www.piemontearte.com
 Luogo: Agliè

EURASIA:DISSOLVENZE GEOGRAFICHE DELL'ARTE

 EURASIA:DISSOLVENZE GEOGRAFICHE DELL'ARTE

 Dal: 28 giugno 2008
 Fino al: 16 novembre 2008
Il MART ospita una mostra il cui titolo trae spunto dall'opera di Joseph Beuys "Eurasia Syberian Simphony", teorico dell'Eurasia come unità geografica e artistica. Nel 1967 l'artista tedesco, con apposito Manifesto, aveva fondato lo stato fittizio di Eurasia, territorio aperto senza confini che accompagna l'abbattimento dei limiti fisici e politici con la fusione del realismo occidentale e il misticismo orientale. Le espressioni nuovo umanesimo e responsabilità etica, che sono state proprie di Beuys, trovano riscontro nell'attuale attitudine dell'arte al multiculturalismo e a favore di una riflessione strettamente legata alle tematiche del nostro tempo. La mostra traccia un percorso attraverso il pensiero originale di un artista che viene oggi effettivamente ripreso e rivisitato oggi da giovani che si occupano di arte con un impegno speciale verso le problematiche della realtà quotidiana nell'utopica speranza di migliorare la qualità della vita.
www.mart.trento.it
 Luogo: Rovereto (MART)

HEIMO ZOBERNIG

 HEIMO ZOBERNIG
Nell’esposizione modenese, organizzata e prodotta dalla Galleria Civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Heimo Zobernig, artista austriaco punto di riferimento nel panorama europeo, propone alcuni progetti basati sull’arte concettuale che indaga sull’ efficacia della rappresentazione figurativa e sul rapporto tra finzione e realtà; la mostra è quindi segno della poetica dell'artista austriaco ed intende ripercorrerne con forza la personale vicenda creativa. Tre i progetti presentati dall’artista: l'installazione di un "blue box" creato espressamente per gli spazi espositivi della Palazzina dei Giardini, e l'installazione di due dei suoi libri d'artista.
Ad accompagnare l’evento un portfolio contenente tre libri d'artista, ideati da Heimo Zobernig e prodotti dalla Galleria Civica di Modena in collaborazione con Christophe Boutin e Onestarpress, casa editrice di libri d'artista con sede a Parigi.
www.comune.modena.it
 Luogo: Modena (Palazzina dei Giardini)

VAN GOGH – CAPOLAVORI DAL KROLLER-MULLER MUSEUM

 VAN GOGH – CAPOLAVORI DAL KROLLER-MULLER MUSEUM
 Dal: 18 ottobre 2008
 Fino al: 25 gennaio 2009
Il Museo di Santa Giulia offre nella mostra dedicata a Van Gogh l’irripetibile occasione di vedere esposti 85 disegni e 15 quadri dell’artista, questi ultimi posti a diretto confronto nell’identità del tema e del soggetto con i primi. L’esposizione resa possibile grazie al Kroller-Muller Museum di Otterlo in Olanda, permette di entrare in contatto con una porzione dei lavori di Van Gogh sconosciuti al grande pubblico, e che l’autore considerava come parte integrante della sua evoluzione artistica e pittorica. I disegni, per la loro fragilità non possono essere esposti lungamente alla luce, e per questa loro caratteristica l’evento espositivo assume il carattere dell’eccezionalità.
www.lineadombra.it
 Luogo: Brescia (Museo di Santa Giulia )

ALTE FIGURE DELLO SLANCIO DEL CUORE

 ALTE FIGURE DELLO SLANCIO DEL CUORE
OPERE DI ABDURRAHMAN ÖZTOPRAK DALLA COLLEZIONE ELGIZ, ISTANBUL

La mostra, organizzata dai Musei Civici Veneziani e dalla Elgiz Collection di Istanbul, con il patrocinio dell' Ambasciata di Turchia a Roma e il sostegno del Consorzio Venezia Nuova, propone un gruppo di dipinti realizzati dall’artista tra il 1955 e il 2008 (tra cui alcuni lavori di grandi dimensioni) che disegnano, passando per pagine a volte trascurate dalla storia dell’arte contemporanea, un percorso che racchiude e mette a confronto i diversi linguaggi artistici, ed è perseguendo questa volontà di inclusione che l’artista sceglie come titolo per la propria mostra un verso tratto dalla IX Elegia duinese di Rainer Maria Rilke: “ Alte figure dello slancio del cuore”. www.museiciviciveneziani.it
 Luogo: Venezia (Galleria Internazionale d’Arte Moderna)

VINCENZO PAGANI. UN PITTORE DEVOTO TRA CRIVELLI E RAFFAELLO

 VINCENZO PAGANI. UN PITTORE DEVOTO TRA CRIVELLI E RAFFAELLO
Il Comune di Fermo propone la grande mostra Vncenzo Pagani, Un pittore devoto tra Crivelli e Raffaello. Ospitata nel Palazzo dei Priori fino al 9 novembre, è la prima mostra monografica dedicata all’artista. Sono esposti molti inediti affascinanti che svelano lo spirito evocativo, di ammirazione e rispetto che l’artista rinascimentale aveva per le bellezze naturali e sacre.
In occasione dell’evento sono esposti anche lavori di vari artisti marchigiani che hanno subito l’influsso del grande artista, come Marchisiano da Tolentino, Cola dell'Amatrice, Frà Fabiano da Urbino e Giuliano Presutti.

www.vincenzopagani.it
 Luogo: Fermo

CHINA NEW VISION. CHINESE CONTEMPORARY ART COLLECTIONS FROM SHANGHAI ART MUSEUM

 CHINA NEW VISION. CHINESE CONTEMPORARY ART COLLECTIONS FROM SHANGHAI ART MUSEUM
La mostra, ospitata dal Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, offre la possibilità di conoscere ed apprezzare le opere di molti artisti emergenti e di diverse personalità già affermate nel panorama internazionale.
L’arte contemporanea cinese è frutto della politica di “riforma e apertura” attuata nel paese a partire dagli anni Settanta. L’esposizione propone 80 opere di 70 artisti, con il fine di evidenziare la multiforme scena dell’espressività artistica cinese.
Tra le opere non manca il ricorso alle arti tecnologiche, che si vanno d affiancare alle più diverse espressioni della pittura e della fotografia. Tutte opere frutto dell’ultimo decennio, caratterizzate da dimensioni notevoli e grande impatto visivo.
La rassegna è organizzata dall’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia e dallo Shanghai Art Museum, con il contributo di Autorità Portuale della Spezia, Regione Liguria e Parco Nazionale Cinque Terre.

 camec.spezianet.it
 Luogo: La Spezia

MANIFESTA7


 MANIFESTA7
 Dal: 19 luglio 2008
 Fino al: 02 novembre 2008
La Biennale europea di arte contemporanea ormai affermatasi come una tra le più importanti a livello europeo, si svolge quest’anno in Italia. Per la prima volta la rassegna interessa non una sola città, ma una intera Regione, il Trentino Alto Adige, coinvolgendo alcuni suoi centri più importanti. Le strutture che ospiteranno le installazioni e le mostre sono state scelte tutte tra esempi di architettura pre-industriale. Manifesta, è una iniziativa della International Foundation Manifesta, ad Amsterdam, è l’unica Biennale itinerante al mondo. La regione italiana in questione, è stata scelta dagli organizzatori per la ricchezza del patrimonio industriale e per le infrastrutture culturali. Nel corso della Biennale, si svolgeranno in Alto Adige e nel Trentino numerose altre manifestazioni culturali collaterali.
www.manifesta7.it
Luogo: Fortezza – Bolzano – Trento – Rovereto

CARLO LEVI E ROMA – IL RESPIRO DELLA CITTA’

 CARLO LEVI E ROMA – IL RESPIRO DELLA CITTA’
Il Casino dei Principi di Villa Torlonia ospita una mostra dedicata a Carlo Levi ed al suo rapporto con Roma. L’esposizione permette un raffronto fra il clima del Novecento e l’angoscia scaturita dalla guerra.
Quarantasei dipinti di Levi vengono confrontati con 28 opere di artisti della Scuola Romana fra cui troviamo Pirandello, Mafai, Scipione, Trombadori, Afro, Ferrazzi, Scialoja, Melli e Caporossi.
Le opere dell’intellettuale torinese partono dal 1930, anno in cui inizia il confronto fra la sua pittura e quella degli artisti che incontra a Roma negli anni Trenta e Quaranta. La pittura di Levi e quella della Scuola Romana possono essere accostate per la coincidenza delle tematiche ma, soprattutto, per la ricerca di un realismo non puramente illustrativo, un realismo basato piuttosto sull’immediatezza del sentimento e sulla semplicità della percezione.
www.museivillatorlonia.it
 Luogo: Roma (Musei di Villa Torlonia)

CAPOLAVORI CHE RITORNANO. I DIPINTI DELLA COLLEZIONE PRIVATA DEL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA.

 CAPOLAVORI CHE RITORNANO. I DIPINTI DELLA COLLEZIONE PRIVATA DEL GRUPPO BANCA POPOLARE DI VICENZA.
Palazzo Ruspoli ospita i “Capolavori che ritornano”, una raccolta di 150 opere italiane fra cui dipinti, pale d’altare e sculture in marmo di autori eccelsi dell’arte veneta e toscana che il Gruppo di Vicenza ha raccolto in 12 anni. Dal Trecento al Nocevento, da Tintoretto a Tiepolo passando per Caproni e Maffei. Opere che tornano in Italia dopo essere state acquistate da collezioni private. Ogni opera è corredata da una scheda che ne traccia il percorso che ha fatto nel corso dei decenni e messa a confronto con opere similari in prestito da altre collezioni italiane.
www.fondazionememmo.com
 Luogo: Roma (Palazzo Ruspoli)

L’EREDITA’ DI GIOTTO – L’ARTE A FIRENZE TRA IL 1340 E IL 1375

 L’EREDITA’ DI GIOTTO – L’ARTE A FIRENZE TRA IL 1340 E IL 1375
 Dal: 10 giugno 2008
 Fino al: 02 novembre 2008
Una mostra alla Galleria degli Uffizi di Firenze, per indagare il lascito delle influenze artistiche di Giotto di Bondone al quale, già dai suoi contemporanei, era stato riconosciuto un ruolo cardine nell’evoluzione e nel rinnovamento della visione pittorica dell’epoca. Per lungo tempo i critici dell’arte, hanno interpretato il periodo successivo alla morte di Giotto, avvenuta nel 1336, come privo di alcuna vitalità e tanto più segnato negativamente dalla terribile pestilenza del 1438. Nuove e recenti interpretazioni hanno modificato questo assunto critico, rivalutando il lavoro di alcuni artisti attivi nella prima metà del Trecento, e l’arte fiorentina attorno al 1370. Una mostra quindi, per documentare gli sviluppi artistici di un periodo poco noto al grande pubblico. www.polomuseale.firenze.it

GIORGIO DE CHIRICO. L’ENIGMA DELLA PITTURA

 GIORGIO DE CHIRICO. L’ENIGMA DELLA PITTURA
A trent’anni dalla sua scomparsa, il comune di Pontedera celebra Giorgio De Chirico, grande protagonista, insieme a Pablo Picasso, della pittura del Novecento. La mostra, a cura di Giovanni Faccenda, ripercorre le tappe salienti della produzione artistica del Maestro della metafisica. La sua esistenza e le sue opere ruotano intorno alla volontà di “rendere visibile l’invisibile” ed ecco, quindi, l’enigma quale filo conduttore del percorso espositivo. Tra i capolavori presenti Cavallo e cavaliere, Castello di Rapallo, Le Muse Inquietanti, Piazza d’Italia, alcune opere inedite, come Cavaliere con cane, Venezia e, infine, anche importanti ritrovamenti (Cavalli scalpitanti presso il mare, piccola e riuscitissima versione del celebre motivo Ettore Andromaca, 1972).
In contemporanea con quest’esposizione, sempre a Pontedera, presso la Galleria Il Germoglio, è stata allestita anche la mostra La lunga ombra del Metafisico. Maestri del Novecento in rapporto all’opera e alla figura di Giorgio de Chirico.
www.pisaturismo.it
 Luogo: Pontedera (Museo Piaggio)

RENOIR. TRADIZIONE E INNOVAZIONE

 RENOIR. TRADIZIONE E INNOVAZIONE
Il Complesso del Vittoriano ospiterà fino al 29 giugno circa 130 opere di uno dei più grandi esponenti della corrente impressionista, Pierre-Auguste Renoir.
L’esposizione, che accoglie quadri e sculture provenienti da importanti musei pubblici e prestigiose collezioni provate, è ispirata ad un viaggio compiuto in Italia dal pittore francese tra il novembre 1881 e il gennaio 1882; esperienza che ha contribuito a ridefinire lo stile dell’artista.
La mostra indente inoltre evidenziare l’eterogeneità delle tecniche e dei soggetti scelti dal pittore.
 www.roma-o-matic.com
 Luogo: Roma (Complesso del Vittoriano)

400 A ROMA. LA RINASCITA DELLE ARTI DA DONATELLO A PERUGINO

 400 A ROMA. LA RINASCITA DELLE ARTI DA DONATELLO A PERUGINO
 Dal: 29 aprile 2008
 Fino al: 17 settembre 2008
La Fondazione Roma, insieme ad Artemisia, ha realizzato un’interessante mostra per ricordare il contributo artistico e le influenze determinanti dei maestri romani nel contesto rinascimentale europeo. L’esposizione è volta ad approfondire non solo le tematiche artistiche, ma anche quelle sociali e culturali, ed è divisa in cinque sezioni: la città; la vita sociale e religiosa; Roma, scrigno dell’antico; La Roma dei Papi, I grandi artisti. Per l’evento si sono ottenuti prestiti internazionali da Berlino, Londra e Dusseldorf e sono state riunite ben 170 opere. Tra gli insigni maestri si incontrano Mantenga, Perugino, Piero della Francesca, Pintoricchio, Donatello, Michelangelo, ma anche Filippo Lippi, Gentile da Fabriano e Beato Angelico.
www.museodelcorso.it
 Luogo: Roma (Museo del Corso)

I MACCHIAIOLI - CAPOLAVORI DELLA COLLEZIONE MARIO TARAGONI

 I MACCHIAIOLI - CAPOLAVORI DELLA COLLEZIONE MARIO TARAGONI
Palazzo Franchetti ospita fino al 27 luglio dipinti celebri di maestri macchiaioli quali Giuseppe Abbati, Giovanni Boldini, Odoardo Borrani e Giovanni Carnovali detto il Piccio, le cui opere da anni non sono presenti in esposizioni pubbliche. La mostra, che vanta l’alto patronato del Presidente della Repubblica, rappresenta un occasione unica per ammirare la collezione privata di Mario Tarangoni, grande sostenitore dei valori del Risorgimento italiano.
www.macchiaioli.ve.it
 Luogo: Venezia (Palazzo Franchetti)

fonte:© Enit per gentile concessione


  2006 2013 www.dormireinitalia.com www.alberghi-italia.it
 

 

© Art Advertising  

Art Advertising  non è collegato alle strutture ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti