homepage
indice Calabria
uffici turistici
 

SELEZIONARE LA CATEGORIA

alberghi
agriturismi
bed & breakfast
campeggi
affittacamere
case vacanze
residence
ostelli
rifugi
turismo rurale
villaggi turistici
altro

ARCHIVIO EVENTI

 

RICERCA
NEL  PORTALE

 
 
 
 

 

 
 
 
Giuseppe Pascaletti (1699-1757) di Fiumefreddo Bruzio. Un percorso artistico tra la Calabria Napoli e Roma

Allestita presso il restaurato Complesso monumentale di San Domenico a Lamezia Terme in provincia di Catanzaro, la mostra dedicata a Giuseppe Pascaletti, pittore calabrese del Settecento, nel 250° anniversario della sua morte.
L’esposizione si inserisce nel progetto “Visioni Simultanee” ideato e promosso dall’assessore alla cultura della Regione Calabria, on. Sandro Principe ed è organizzata dall’amministrazione comunale di Lamezia Terme, dott. Gianni Speranza - sindaco; prof.ssa Giovanna De Sensi Sestito - assessore ai beni e alle istituzioni culturali, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Università degli Studi della Calabria.
Giuseppe Pascaletti, nato a Fiumefreddo Bruzio in provincia di Cosenza, nel 1699 dopo un presumibile apprendistato svolto nella sua regione d’origine e a Napoli, si trasferì a Roma attorno al 1727, dimorandovi per oltre un ventennio. Nella città pontificia fu membro dell’Accademia dei Virtuosi del Pantheon e frequentò diverse personalità di spicco tra cui Sebastiano Conca (1680-1764), massimo esponente della cultura meridionale a Roma e che tenne “scuola” a Palazzo Farnese.
Del clima classicistico romano il Pascaletti, ritornato in Calabria, fu il maggior esponente realizzando numerose pale d’altare per chiese e confraternite, riproponendo i modelli romani antichi e moderni, alla stregua di quanto un secolo prima aveva fatto il Sassoferrato (1609-1685) coniugando le istanze artistiche a quelle della devozione.
La mostra a cura di Giorgio Leone ha l’intento di mettere in luce l’opera del pittore calabrese pressoché sconosciuta, rilevandone l’intreccio di relazioni con quanto contemporaneamente avveniva sia nel Regno meridionale che a Roma. Il percorso espositivo che prevede circa quaranta dipinti, si divide in due sezioni: la prima, dedicata a dipinti napoletani e romani presenti in Calabria - tra cui si segnalano straordinarie tele di Paolo de Matteis (1662-1728), Sebastiano Conca e Corrado Giaquinto (1703 - 1766) -; la seconda, alle circa trenta opere del Pascaletti. Tra i lavori più importanti del pittore, alcuni dei quali realizzati a Roma, si ricordano la pala della Pieve di Sestino, in provincia di Arezzo, il bellissimo Ritratto di Marcantonio Colonna del Museo Correale di Sorrento, in provincia di Napoli e la tela con la Sacra famiglia della chiesa del Ritiro di Rende, in provincia di Cosenza. Quest’ultima, assieme alla Madonna del riposo di Fiumefreddo Bruzio, è stata recuperata nel 2006 dai Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Cosenza, dopo il furto avvenuto molti anni addietro.
La mostra, inoltre, offre una sezione dedicata ai restauri e alle indagini diagnostiche realizzate sui dipinti del pittore. Promosso da:
organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, in collaborazione con il Comune di Lamezia Terme e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Università degli Studi della Calabria
Data Inizio: 16/10/2007
Data Fine: 08/01/2008
Costo del biglietto: gratuito
Prenotazione: Nessuna prenotazione
Città: Lamezia Terme
Luogo: Complesso monumentale di San Domenico
Provincia: Catanzaro
Regione: Calabria
Orario: Inaugurazione: 16 ottobre ore 18.00

CARLO LEVI OPERE SCELTE 1926 - 1974

Tropea Film Festival - Premio Raf Vallone

Tropea Film Festival - Premio Raf Vallone, promosso dall'Associazione Culturale Tropeana.
22 Agosto 2007 - Tropea
Il Festival è aperto a tutti quei filmaker che, oggi, non riescono ad affermarsi attraverso i canali ufficiali, rimanendo così nell'ombra e privandoci di un serbatoio di idee e realizzazioni. Pertanto, i temi per i concorrenti saranno liberi per quanto concerne i corto ed i lungometraggi, mentre i documentari riguarderanno aspetti sociali, folcloristici, culturali della Calabria. Quest'ultima sezione è stata fortemente voluta dai membri dell'Associazione Culturale Tropeana in quanto la maggior parte delle opere in concorso costituiranno la base per la creazione di una Cineteca dedicata sempre al grande Raf, che per molti anni è vissuto a Torino. La direzione artistica del Tropea Film Festival - Premio Raf Vallone è affidata al figlio, Saverio, il quale oltre alla propria esperienza come attore porterà testimonianze e filmati sulla vita ed il lavoro dell'illustre padre, nato e sepolto nella quiete del Cimitero di Tropea che, con il neorealismo, ha scritto pagine sublimi di cinema. La partecipazione al Festival è gratuita. I Premi Raf Vallone da assegnare sono: Migliore Regia; Migliore Lungometraggio; Migliore Corto; Migliore Attore; Migliore Colonna Sonora e Migliore Sceneggiatura.

18 Agosto 2007 - Falerna Sagra del peperoncino

E' per la notte del 18 agosto il terzo appuntamento con la Sagra del peperoncino a Castiglione Marittimo di Falerna.
L'Aoe organizzerà l'evento in collaborazione con l'antichissima società operaia di mutuo soccorso "Principessa Iolanda Margherita". L'edizione 2007 si è arricchita del primo Moto Incontro dedicato alle moto storiche in collaborazione con il Mc Nicastro ed il Vespa Club Lamezia. Il raduna partirà da Lamezia Terme, sosterà sul Lungomare di Falerna, proseguirà per Nocera Torinese, poi per Falerna Centro con arrivo nel tardo pomeriggio a Castiglione. Previsti premi per la moto più antica, per il partecipante meno giovane e per la motocicletta più avvenente. I premi saranno consegnati personalmente dall'assessore regionale all'Agricoltura Mario Pirillo.

Programma
ore 19.00, moto incontro di moto d'epoca Città di Falerna "Miss Mature Motorbike";
ore 20.00, inizio prova del campionato italiano di calcio balilla;
ore 20.30, mostra fotografica vecchia Falerna;
ore 21.00, conferenza di Enzo Monaco, presidente dell'Accademia Italiana del Peperoncino "Il Peperoncino e la Calabria: storie di un amore piccante";
ore 21.30, inizio intrattenimenti musicali a cura di un gruppo folcloristico calabrese;
ore 21.45, gara musicale di zampogne;
ore 22.00, distribuzione penne indiavolate "al pomodoro e basilico", inizio distribuzione vino;
ore 22.15, gara della pastasciutta;
ore 22.30, premio "Ora d'Oliva 2007", selezione dei migliori olii calabresi del contadino;
ore 22.45, elezione di miss pacchiana;
ore 23.00, attribuzione premio miglior piatto piccante "Re del peperoncino 2007" e distribuzione tartine infuocate;
ore 23.15, premiazione moto incontro "Miss Mature Motorbike";
ore 23.30, "Premio Grappolo d'oro 2007", selezione dei migliori vini calabresi del contadino;
ore 24.00, prova del "Campionato Italiano Mangiatori di Peperoncino" e distribuzione penne indiavolate "ai tesori dell'orto";
ore 00.30, "Premio re della supressata 2007", selezioni dei migliori salumi calabresi del contadino;
ore 00.45, premiazione prova del campionato italiano di calcio balilla;
ore 01.00, premiazione moto raduno "Miss Mature Motorbike" e distribuzione tartine infuocate;
ore 01.30, gara musicale di organetto;
ore 02.00, distribuzione penne indiavolate "alla capra";
ore 02.30, gara di tarantella;
ore 03.00, distribuzione anguria.
 
 


  2006 2013 www.dormireinitalia.com www.alberghi-italia.it  

 

© Art Advertising  

Art Advertising  non è collegato alle strutture ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti